Inter, la ricetta di Spalletti: squadra compatta e ripartenze

Vecino straordinario, seconda giovinezza per Borja Valero

  • A
  • A
  • A

Compatti, la parola d'ordine. L'Inter è diventata una squadra vera: merito di Spalletti che, senza troppi proclami, ha plasmato Icardi e compagni. Un lavoro psicologico e non solo. I nerazzurri, seppur con qualche fantasma del passato, si sono uniti e hanno tirato fuori il carattere. Lo spirito di sacrificio è quello che più sorprende: i giocatori sono pronti a dare tutto per il gruppo. Icardi, il capitano, in prima linea: corsa, pressing e gol. La ricetta vincente del tecnico toscano sta dando i suoi frutti.

Una ricetta con tanti ingredienti, semplici ma fondamentali. Il gioco dell'Inter non è scintillante, ma efficace. Uomini ben messi in campo, ordinati nei movimenti e un'idea precisa. Difendere e poi ripartire grazie alle due ali talentuose Perisic e Candreva. Tutti sanno cosa fare e così capita che anche Nagatomo, tra i migliori contro la Samp, esca dal campo con la standing ovation. Forse il terzino giapponese, per come è stato rigenerato, è la più grande scommessa vinta da Spalletti. L'Inter non è una squadra fortunata (luogo comune di questi tempi), ma una squadra forte. Certo, c'è anche qualche limite come la rosa corta. Dopo il 70' della partita contro i blucerchiati si sono intravisti i primi segnali di stanchezza, soprattutto in mezzo al campo. Alla lunga sarà un problema, ma la classifica può fare miracoli anche sul recupero fisico dei giocatori. 

Spalletti per ora non è preoccupato e sa che puntare allo scudetto sarà comunque un'impresa molto difficile. Intanto si gode la sua creatura. Ha puntato prima sugli uomini che sui calciatori. Contro la Sampdoria Vecino è stato straordinario, Borja Valero sta vivendo una seconda giovinezza. Ottimi giocatori che hanno messo ordine in mezzo al campo. Così l'Inter ha ripreso a correre veloce.

In più c'è un calendario che sorride, i nerazzurri potrebbero arrivare imbattuti alla sfida contro la Juve del 9 dicembre. Si parte con il Verona in trasferta, poi Torino e Atalanta in casa, volo a Cagliari e Chievo a San Siro. Sfide intricate ma non certo impossibili da vincere.





•    Era dalla stagione 1997/98 che l'Inter non raccoglieva 26 punti dopo 10 giornate di Serie A.
•    La Sampdoria non perdeva due gare consecutive in trasferta in campionato da gennaio 2017.
•    Mauro Icardi, con gli 11 gol di questo campionato, è arrivato in doppia cifra di gol per il 4° campionato di fila: prima di lui l'ultimo nerazzurro a riuscirci era Christian Vieri.
•    Con la doppietta appena segnata sono 100 i gol di Icardi con le maglie italiane in tutte le competizioni (11 con la Sampdoria e 89 con l'Inter).
•    Mauro Icardi è il miglior marcatore in gare casalinghe di questo campionato, otto dei suoi 11 gol sono infatti arrivati allo stadio Meazza.
•    Seconda rete di Milan Skriniar in questo campionato, nessun difensore ha segnato di più.
•    La formazione blucerchiata è quella che ha segnato più gol con giocatori entrati dalla panchina in questa Serie A (cinque).
•    Entrambi i gol di Kownacki in questo campionato sono arrivati da subentrato, nessuno giocatore ha fatto meglio in questa graduatoria.
•    Record di tiri tentati per Ivan Perisic in un suo match di questo campionato (sette).
•    Antonio Candreva ha eguagliato il suo precedente record di tocchi in una partita di Serie A con la maglia dell'Inter (87).
•    Fabio Quagliarella ha messo lo zampino in quattro reti nelle ultime tre presenze in A (due gol e due assist) dopo che nelle precedenti tre non era riuscito a partecipare ad alcun gol.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments