Europa L.: la Uefa stanga la Lazio

Chiuso un settore dello stadio Olimpico chiuso per la prossima gara interna di Europa League per i fatti di Siviglia.

  • A
  • A
  • A

Mano pesante della Uefa nei confronti della Lazio. Il massimo organismo europeo ha sanzionato il club biancoceleste con la chiusura di un settore dello Stadio Olimpico per la prossima gara interna di Europa League per i fatti di Siviglia, gara di ritorno dei sedicesimi di finale, dove alcuni tifosi avrebbero fatto il saluto fascista. Tre giornate a Marusic per il rosso diretto rimediato. Il club ha già annunciato ricorso.

Le decisioni, attraverso le frequenze di Lazio Style Radio 89.3, sono state anticipate dal Responsabile della comunicazione biancoceleste Stefano De Martino: “La UEFA ha comminato alla Lazio tre giornate per quanto riguarda Marusic e un settore dello stadio chiuso per la prossima gara interna per i fatti di Siviglia, ultima partita giocata dalla Lazio in Europa. La società farà appello su entrambe le disposizioni, vedremo come verrà costruito il ricorso. Era importante dare subito questa comunicazione ufficiale. Avevo detto settimane fa che immaginavo ci sarebbe stato un peso di quanto accaduto in Lazio-Novara. Qualsiasi agenzia parte dall'Italia, fa il giro del mondo e arriva sui tavoli Uefa. Facciamo già fatica a costruire credibilità diverse, noi ci proviamo con iniziative e attraverso i rapporti. Ero sicuro questa ‘notizia' potesse portare problemi. Per quanto riguarda Marusic la società farà appello, le immagini aiutano. Non ci aspettavamo tre giornate, vedremo il referto e la motivazione nello specifico”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments