E. League: Lazio ok col Rosenborg

Una doppietta di Djordjevic stende i norvegesi, Keita espulso nel finale per un fallo di reazione

di
  • A
  • A
  • A

Nel quarto match della fase a gironi d'Europa League, la Lazio batte il Rosenborg ed è a un passo dalla matematica qualificazione ai sedicesimi. A Trondheim, la squadra di Pioli vince 2-0 grazie alla doppietta di Djordjevic, che sblocca di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo (9') e trova poi il bis al 29'. I biancocelesti sfiorano più volte il 3-0, l'unica nota stonata è l'espulsione di Keita all'83' per un fallo di reazione.

LA PARTITA
Tutto secondo i programmi per l'euro-Lazio, che supera il Rosenborg, ipoteca la qualificazione ai sedicesimi e fa riposare quasi tutti i big in vista del derby di domenica prossima. Una vittoria particolarmente agevole per i biancocelesti, che in casa dei campioni di Norvegia certo non pensavano di avere vita così facile. A decidere la sfida è Djordjevic, che fa partire i titoli di coda con due gol in 29 minuti: il risultato poi non si modifica più, ma sarebbe potuta finire in goleada.

Tra giocatori preservati, acciaccati e squalificati, Pioli si presenta a Trondheim senza otto prime scelte (Felipe Anderson, Klose, Biglia, Parolo, Marchetti, Lulic, Milinkovic-Savic, Mauricio) e lascia un altro titolare - Basta - in panchina. La formazione di partenza sembra però insieme da sempre, perché il gioco offerto nella prima frazione di gara è puro spettacolo. Kishna, al 5', ha già la grande chance per il vantaggio (respinta del portiere da pochi passi), che è rinviato solo di qualche manciata di secondi. Minuto 9: angolo di Kishna da destra, Djordjevic svetta di testa e infila lo 0-1. Il bis arriva prima della mezz'ora, quando l'attaccante serbo ruba palla a Selnaes, scambia con Onazi e poi trafigge Hansen (29').

I biancocelesti, in campo con un 4-3-3 ordinato e molto mobile, prima del riposo potrebbero anche dilagare ma vengono rallentati dall'arbitro (rigore non concesso a Radu), dal regolamento (rete annullata a Hoedt per fuorigioco) e dal portiere (paratona di Hansen su Candreva). Ed è proprio Candreva a essere sostituito all'intervallo, visto che domenica c'è il derby e Pioli non ha alcuna intenzione di rischiare infortuni. Entra Keita e lo spagnolo è subito nel vivo del match, tra dribbling nello stretto e accelerazioni sulla fascia. La voglia di spaccare il mondo gli gioca però un brutto scherzo all'83', quando si becca con Helland per un comune contatto di gioco e reagisce dando una manata all'attaccante norvegese. Eliminare certi atteggiamenti è il primo passo verso la maturità.

LE PAGELLE

Djordjevic 7,5 - Torna titolare dopo l'infortunio e decide la sfida con due gol (i primi per lui in Europa) nella prima mezz'ora. Buoni movimenti e freddo sotto porta, Pioli ha ritrovato il suo centravanti.

Kishna 7 - Nell'uno contro uno è quasi impossibile da contenere per i norvegesi, la vera sorpresa è che si rende molto utile anche in fase difensiva.

Hoedt 7 - Partita precisa, di personalità. Non concede spazio a Soderlund e va anche a segno sugli sviluppi di un corner (33'), ma glielo annullano per fuorigioco.

Eyjolfsson 4 - Con l'aiuto dei compagni di reparto, crea voragini imbarazzanti in mezzo alla difesa.

Selnaes 4,5 - Il 2-0 della Lazio nasce da una sua palla persa con banalità. In mezzo al campo fa più danni che passaggi utili.

IL TABELLINO

ROSENBORG-LAZIO 0-2
Rosenborg (4-3-3): An. Hansen 5; Svensson 4,5, Eyjolfsson 4, Reginiussen 4 (33' Bjordal 5), Skjelvik 5; Jensen 5, Selnaes 4,5, Midtsjo 5 (17' st Konradsen 5,5); Mikkelsen 5, Soderlund 4,5 (21' st Vilhjalmsson 5), Helland 5,5.
A disp: Al. Hansen, Pedersen, De Lanlay, Stamnestro. All.: Ingebrigtsen 4
Lazio (4-3-3): Berisha 6,5; Konko 6,5, Hoedt 7, Gentiletti 6,5, Radu 6,5; Onazi 6,5, Cataldi 6,5, Morrison 6,5 (30' st Mauri sv); Candreva 6,5 (1' st Keita 4), Djordjevic 7,5 (21' st Matri 6), Kishna 7.
A disp.: Guerrieri, Basta, Murgia, Oikonomidis, Mauri. All.: Pioli 7
Arbitro: Marriner (Inghilterra)
Marcatori: 9' e 29' Djordjevic (L)
Ammoniti:
Radu, Kishna (L)
Espulsi:
38' st Keita (L) per reazione

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments