INTER-CAGLIARI 4-1

Coppa Italia, Inter-Cagliari 4-1: i nerazzurri ai quarti di finale

Doppietta di Lukaku e reti di Borja Valero e Ranocchia, per i rossoblù a segno Oliva. Ora Conte attende la vincente tra Fiorentina e Atalanta

di
  • A
  • A
  • A

L'Inter batte il Cagliari 4-1 a San Siro e si qualifica ai quarti di Coppa Italia, dove sfiderà la vincente di Fiorentina-Atalanta. I nerazzurri passano in vantaggio al 1' con Lukaku, approfittando di una dormita della difesa rossoblù, raddoppiano al 22' con Borja Valero e la blindano al 48' con una doppietta del belga. Nel finale la squadra di Maran accorcia le distanze con Oliva, ma a 10' dalla fine Ranocchia la chiude definitivamente.

LA PARTITA
L'Inter si mette subito alle spalle il passo falso con l'Atalanta e si prende di forza i quarti di finale di Coppa Italia, primo importante obiettivo del 2020 nerazzurro. Lo fa con una prestazione praticamente perfetta: un primo tempo di rabbia, intensità e a tratti anche fraseggi di alto livello; una ripresa giocata in totale scioltezza, con un finale un po' "distratto" che fa arrabbiare Conte, ma che in fondo rientra nella normale gestione di una stagione lunga e combattuta. Domenica c'è già la trasferta di Lecce, dove i nerazzurri dovranno riprendere l'inseguimento alla Juve.

Il Cagliari sceglie il turnover (fuori tra gli altri Joao Pedro, Rog e Simeone) e insacca la quinta sconfitta consecutiva tra campionato e coppa, frutto questa volta di un atteggiamento fin troppo remissivo, oltreché di un inizio shock che ha immediatamente affossato le ambizioni dei sardi.

Fischio d'inizio, passano 20 secondi ed è subito gol dell'Inter: retropassaggio folle di Oliva intercettato da Lukaku, che anticipa Pisacane, si incunea tra le maglie della difesa del Cagliari e trafigge col sinistro un incredulo Olsen. Caricata dall'immediato vantaggio, la squadra di Conte tiene il piede sull'acceleratore: al 12', sugli sviluppi di un corner, Di Marco crossa per Lukaku, che di testa anticipa tutti e batte ancora Olsen. Dopo un breve check al Var, però, la rete viene annullata per un fuorigioco millimetrico. I nerazzurri dominano e al 22' arriva inevitabile il raddoppio: cross di Barella, Lukaku sfiora e manda a vuoto la difesa, dal mucchio sbuca Borja Valero che si trascina la palla in porta. Alla fine dei primi 45' minuti il 2-0 sta stretto agli uomini di Conte.

Il secondo tempo inizia esattamente come il primo: Lazaro batte in fretta il corner per Barella, cross perfetto per la testa di Lukaku che dopo appena 3 minuti insacca anticipando da solo l'intera difesa del Cagliari. Col passare dei minuti i padroni di casa rallentano, prima sussultano quando un siluro di Nainggolan si stampa sul palo, poi devono incassare il gol del 3-1 dopo una splendida combinazione Cerri-Oliva, che riscatta parzialmente una serata veramente opaca per entrambi. Quando i sardi sembrano aver ritrovato un po' di energie, arriva la zuccata da corner di Ranocchia che piega qualsiasi ipotesi di rimonta.

LE PAGELLE
Borja Valero 7,5 - Trova il gol con un po' di fortuna ma, soprattutto, regala ordine e precisione alla manovra dell'Inter, sbagliando pochissimi passaggi e inventando anche diverse giocate di qualità.
Lukaku 8 - Intuito, furbizia, strapotere fisico e anche qualità negli uno-due. Un attaccante completo e devastante sotto ogni punto di vista. Quinta doppietta stagionale per un giocatore che sembra aver raggiunto la piena maturità calcistica.
Di Marco 7 - Esordisce da titolare con la maglia dell'Inter e lo fa con una prestazione di grande personalità. I suoi cross e i suoi cambi di gioco sono sempre precisi e utili alla manovra.
Oliva 5,5 - Il suo retropassaggio sbagliato dopo 10 secondi compromette l'intera serata del Cagliari. Segna il gol della bandiera, ma non basta a raggiungere la sufficienza.
Cerri 5,5 - Disperso tra i tre difensori dell'Inter. Servito poco e male dai compagni, fatica anche a tenere palla e a far salire la squadra. Trova comunque un assist meraviglioso, di tacco, per il gol di Oliva.
Nainggolan 6 - Si sveglia tardi, ma di fatto è lui a guidare la carica dei suoi nella seconda metà della ripresa, voglioso di mettersi in mostra contro la sua ex squadra. Una delle poche certezze di una squadra che sembra essersi un po' smarrita.

IL TABELLINO

Inter (3-5-2): Handanovic 6; Godin 6,5, Ranocchia 7, Skriniar 6,5; Lazaro 6,5, Barella 7, Brozovic 6,5 (70' Sensi 6,5), Borja Valero 7,5, Di Marco 7 (78' Biraghi 6,5); Sanchez 6,5 (69' Esposito 6,5), Lukaku 8.
Allenatore: Conte 7
Cagliari (4-3-2-1): Olsen 5,5; Faragò 6, Pisacane 6, Walukiewicz 5, Lykogiannis 5; Nandez 6 (80' Birsa sv), Oliva 5,5, Ionita 5,5 (80' Joao Pedro sv); Nainggolan 6, Castro 5 (46' Rog 6); Cerri 5,5.
Allenatore: Maran 5,5
Arbitro: Chiffi
Marcatori: 1' e 49' Lukaku (I), 22' Borja Valero (I), 73' Oliva (C), 81' Ranocchia (I)
Ammoniti: 46' Lykogiannis (C), 65' Godin (I), 93' Sensi (I)
Espulsi: -
 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments