QUI JUVE

Juve, Sarri: "Ronaldo era nervoso per un problema all'adduttore" 

Il tecnico dopo la vittoria contro la Lokomotiv Mosca: "Giochisti e risultatisti sono cazzate. Chi gioca bene vince"

  • A
  • A
  • A

Il 2-1 contro la Lokomotiv consegna alla Juve gli ottavi di Champions: "Ottenere la qualificazione con due giornate d'anticipo non è semplice ed è già tanto - dice Sarri dopo la partita -. Adesso vediamo se c'è la possibilità di qualificarci come primi". Ronaldo è stato sostituito all'81': "Era arrabbiato perché non stava benissimo, da qualche giorno ha un piccolo problema al ginocchio e l'adduttore ne risente, già alla fine del primo tempo era nervoso perché l'adduttore gli stava creando problemi. Su un'accelerazione ha fatto un movimento che non mi piaceva, ho temuto si facesse male e l'ho sostituito".

Il tecnico commenta così il match: "Non è stata una delle nostre prestazioni migliori, abbiamo concesso il fianco ad alcune ripartenze. Nel primo tempo eravamo troppo aperti sulle seconde palle, nel secondo tempo avevamo troppi giocatori sopra la linea della palla e quindi una circolazione troppo lenta. Buono l'aspetto caratteriale, nel finale la squadra voleva la vittoria a tutti i costi e l'ha raggiunta con un numero di Douglas Costa in collaborazione con Higuain".  E ancora: "Giochisti e risultatisti sono cazzate. Chi gioca bene vince".

Douglas Costa ha cambiato la partita: "Trequartista? E' presto per la sua condizione, è stato fermo a lungo. Sta risalendo piano piano, lo sta facendo in maniera un po' timida, l'accelerazione non è ancora delle migliori. Penso che un giocatore di quella qualità possa giocare ovunque. Avevamo la necessità di far rifiatare qualcuno, abbiamo preferito lasciar fuori Bernardeschi perché ultimamente aveva giocato molto, e abbiamo preferito alternare Douglas Costa e Ramsey. Era una situazione non tranquillissima sotto il profilo della tenuta nei novanta minuti, abbiamo preso qualche rischio perché abbiamo cambiato tanto rispetto alle ultime uscite, ma avevamo la sensazione che la squadra potesse risentire della stanchezza". 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments