Zidane: "Bayern, non abbiamo paura"

L'allenatore merengues sfida il Bayern: "Dobbiamo fare la nostra gara"

  • A
  • A
  • A

Una sfida speciale. "Conosco bene Ancelotti e lui conosce me. Da lui ho imparato molto ma non temo il Bayern" dice Zinedine Zidane, alla vigilia della gara di andata dei quarti di Champions tra il suo Real e la squadra del suo vecchio maestro. A Monaco sarà una partita dura: "Ho la mia filosofia e sono sereno e contento. Non ho paura di niente, rispettiamo ogni avversario ma dobbiamo fare il nostro gioco" ha detto il tecnico in conferenza stampa. 

"Io penso che questo Real sia meglio di quello di Ancelotti ma lo dovremo dimostrare sul campo. Il Madrid ha sempre avuto ottime squadre senza enormi differenze tra loro". Nel Bayern c'è il dubbio Lewandowski: "Vedremo se giocherà, se lo farà vorrà dire che sarà al 100% ma noi prepariamo la nostra partita indipendentemente da questo. Il Bayern ha giocatori forti in ogni ruolo". 

A proposito di giocatori, Zidane difende i suoi, soprattutto la BBC (Bale, Benzema, Ronaldo) spesso nel mirino della critica: "Sono giocatori fortissimi e di grande esperienza. Tanto più sei forte tanto più ti criticano. Sono abituati. So di avere tre giocatori di grande personalità. Loro sono importanti per noi ma abbiamo una squadra equilibrata che gioca sempre per vincere, anche in trasferta. E così faremo domani". 

Non si nasconde Zinedine Zidane: "Ogni tre giorni dobbiamo dimostrare di essere la meglio, la nostra idea è sempre la stessa: giocare e cercare di vincere. Il nostro compito è sempre quello di dare il massimo". 

La sfida con l'amico Carlo Ancelotti è una sorta di finale anticipata: "Io conosco lui e lui conosce me, non è né un vantaggio né uno svantaggio. Ho imparato molte cose da lui. Credo che si affrontino due buone squadre e niente altro. Loro soprattutto in casa giocano forte e con molta intensità ma conterà quello che faremo noi". 

Zidane parla dell'infortunio di Pepe, avvenuto dopo uno scontro con Kroos: "Sono cose che succedono, lui è dispiaciuto. Toni è molto importante per noi anche tatticamente, sa sempre dove mettersi e come aiutare i compagni". 

In conferenza stampa con il tecnico anche il centrocampista Toni Kroos: "La filosofia del Bayern segue quella del suo allenatore, mi aspetto una partita dura e a un livello molto alto. Difficile fare un pronostico. Spero che da entrambe le parti giochino i migliori, noi abbiamo qualche giocatore acciaccato ma spero che si possano recuperare tutti. Mi piacciono le sfide e non dobbiamo nasconderci" ha detto il tedesco.

Il tedesco ha parlato anche di individualità: "Cristiano Ronaldo e Lewandowski sono entrambi determinanti per le rispettive squadre. Loro fanno molto possesso palla e starà a noi trovare una soluzione".  


Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments