Psg, Buffon: "Lavorerò sodo per guadagnarmi il posto da titolare"

La replica di Gigi dopo le parole di Tuchel, che aveva detto: "Non so ancora chi sarà il portiere titolare"

  • A
  • A
  • A

"Lavorerò per guadagnarmi la maglia da titolare". 41 anni, ma le sfide non sono ancora finite per Gigi Buffon. Nelle ultime ore hanno fatto rumore le dichiarazioni di Tuchel, allenatore del Psg, che ha spiegato di non sapere ancora chi sarà il portiere titolare tra Buffon, Areola e Trapp. Parole probabilmente di circostanza per non "deprimere" gli altri due estremi difensori. "Non c'è nessun problema", ha spiegato l'ex capitano della Juventus chiarendo di avere intenzione di guadagnarsi la maglia da titolare "con merito".

"In 24 anni di carriera, nessuno mi ha mai detto che avrei avuto automaricamente il posto da titolare. Questo è sempre arrivato lavorando sodo e con scelte basate sul merito", ha commentato Buffon in conferenza stampa da Singapore, dove si trova per l'International Champions Cup. "Quindi continuerò a farlo e lavorerò anche per far crescere gli altri portieri della squadra", ha aggiunto l'ex bianconero.

TUCHEL: "NON SO ANCORA CHI GIOCHERÀ"
"C'è una forte competizione per questo ruolo, è presto per decidere. Lo farò quando tutti e tre saranno al 100%". Aveva parlato così Tuchel, scatenando i commenti dei tifosi. "Chiederò a Gianluca Spinelli (il preparatore dei portieri, ndr.) di decidere per me... - ha scherzato -. Io sono molto felice della qualità dei miei portieri. Gigi ha una grande personalità, e questo tipo di leadership che porta anche alla squadra. C'è una forte competizione, i ragazzi sono pronti a lottare per questo ruolo. Aspetterò fino a quando non saranno tutti e tre al 100% a decidere", ha insistito il tecnico tedesco. Parole di circostanza, ma fino ad un certo punto. Tuchel non vuole "bruciare" nessuno dei suoi portieri. Ci si comunque attende anche la possibile partenza di uno tra Areola e Trapp.

IL PRECAMPIONATO DI BUFFON
Tre amichevoli, due sconfitte e sei gol presi. L'estate parigina di Buffon non effettivamente iniziata nel migliore dei modi. Intendiamoci, nulla di clamoroso o di preoccupante. L'esordio di Gigi con la maglia del Psg è arrivato il 15 luglio: 45' contro lo Chambly (club di terza divisione francese), un rigore procurato e due gol presi. Poi due match di International Champions Cup. Contro il Bayern il Psg - davvero imbottito di giovani in queste amichevoli che stanno dando pochissime indicazioni concrete in vista della prossima stagione - ha perso 3-1: per Gigi, uscito prima del 70', un gol subito sugli sviluppi di un corner. Sabato la debacle della squadra di Tuchel: 5-1 dall'Arsenal, per Buffon tante buone parate e tre gol presi. In una circostanza non è stato perfetto in un'uscita e sugli sviluppi ha subito gol. Perché questa analisi puntuale delle prestazioni di Gigi nelle sue prime partite in maglia Psg? Innanzitutto perché il suo trasferimento è stato inaspettato. E poi perché attorno al 41enne c'è un'attenzione altissima. Che si è tradotta anche in una domanda per Tuchel, tecnico del Psg, che a differenza di quanto si potesse immaginare non ha dato la titolarità della porta a Buffon, ma ha tenuto in gioco anche gli altri due portieri, Areola (ancora in vacanza) e Trapp.


Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments