INGHILTERRA

Premier League: cade il Chelsea, Liverpool all’ultimo respiro, City in vetta

Blues sconfitti 3-2 in casa dal West Ham, i Reds superano 1-0 il Wolverhampton al 94’, Guardiola batte 3-1 il Watford e vola al primo posto

  • A
  • A
  • A

Cade il Chelsea in casa del West Ham e allora ne approfittano Manchester City e Liverpool per portarsi rispettivamente al primo e secondo posto in classifica nella quindicesima giornata di Premier League. I Blues vengono rimontati 3-2 nel finale dagli uomini di Moyes, la squadra di Guardiola vince 3-1 in casa del Watford di Ranieri mentre i Reds ringraziano Origi al 94’ nell’1-0 ai Wolves. Ok anche il Newcastle, pari Southampton-Brighton.

WEST HAM-CHELSEA 3-2
Il Chelsea, che era chiamato a difendere il primo posto solitario in classifica, incappa nella sconfitta dopo nove turni da imbattuto in Premier League: il West Ham fa il colpaccio nel finale e consolida la quarta posizione con 27 punti. Due errori ravvicinati di Thiago Silva stavano per favorire gli Hammers: prima Bowen e poi Soucek non riescono però a inquadrare lo specchio della porta. I Blues faticano a trovare spazi contro dei padroni di casa molto chiusi. James ci prova con un destro da fuori: pallone rasoterra insidioso, ma buona parata di Fabianski. Ma proprio colui che nei primi minuti era parso il peggiore in campo sblocca il risultato alla mezz’ora: corner dalla destra di Mount e stacco aereo letale di Thiago Silva, bravo a sfruttare l’errore di Dawson e a piazzarla a fil di palo. Lo stesso ex Milan e Psg, poco dopo, s’immola sulla linea di porta salvando su una conclusione al volo di Coufal che aveva superato Mendy. Gli uomini di Moyes pareggiano comunque i conti al 40’: brutto retropassaggio di Jorginho per Mendy, l’intervento di Bowen in pressing provoca il fallo del portiere senegalese, agitatosi nelle operazioni di rinvio. Lanzini realizza l’1-1 su rigore.

Neanche quasi il tempo di festeggiare, che i campioni d’Europa tornano avanti nel punteggio con Mount, il quale scaglia un destro al volo imparabile su una sventagliata morbida di Ziyech. Il West Ham non molla: al 56’ Bowen scarica un sinistro di prima intenzione sul secondo palo che vale il 2-2. Lo stesso numero 20 si divora il 3-2 a porta vuota in spaccata il traversone dalla destra di Michail Antonio, ma la beffa per gli ospiti arriva comunque all’87’: cross sbagliato del subentrato Masuaku, che dalla sinistra calcia in porta e beffa un non impeccabile Mendy sul primo palo. La traiettoria stranissima mette ko i Blues, che restano fermi a quota 33 punti in graduatoria. L’Olympic Stadium esplode di gioia, per una zona Champions sempre più rafforzata.

WOLVERHAMPTON-LIVERPOOL 0-1
Il Liverpool ringrazia Origi all’ultimo respiro e scavalca il Chelsea a 34 punti contro i 33 dei Blues: ci vuole un lampo dell’attaccante belga al 94’ per scardinare la difesa del Wolverhampton 1-0. E’ il Liverpool che fa la partita e domina il primo tempo sfiorando più volte il vantaggio, ma i padroni di casa reggono affidandosi alle ripartenze e alla velocità di Adama Traorè. Nella ripresa lo spartito non cambia e anzi i Reds spingono ancora di più andando vicinissimi all’1-0 con l’ex Diogo Jota, che approfitta di una clamorosa uscita a vuoto di Josè Sa ma poi con la porta spalancata e senza portiere spara clamorosamente contro Coady fermo sulla linea. La partita si infiamma, Klopp butta nella mischia Origi ma il muro dei Wolves è una fortezza e Josè Sa si riscatta con un miracolo su Manè nel finale. Sembra fatta per i padroni di casa ma al 94’ proprio Origi si conferma il jolly di Klopp e regala un’incredibile vittoria. 

NEWCASTLE-BURNLEY 1-0
Arriva finalmente la prima vittoria stagionale del Newcastle degli sceicchi, che supera il Burnley nella fondamentale sfida salvezza della quindicesima giornata. Il Newcastle raggiunge così gli avversari a 10 punti, ma con una partita in più. E’ Wilson a portare avanti i suoi al 40’, quanto basta per stendere gli ospiti e far respirare i Magpies. 

SOUTHAMPTON-BRIGHTON 1-1
Clamorosa beffa nel finale per il Southampton che infila la quarta partita di fila senza successi. Al vantaggio di Broja al 29’ risponde addirittura al 98’ Maupay. Incredibile distrazione nel finale per la squadra di Hasenhuttl che va così a 16 punti, mentre il Brighton (incapace di vincere da ben dieci partite dopo un ottimo avvio di campionato) è a 20. 

WATFORD-MACHESTER CITY 1-3
Il Manchester City approfitta al meglio della caduta del Chelsea e si porta al primo posto solitario in classifica, scavalcando proprio i Blues con 35 punti (+2) e anche il Liverpool (+1), grazie alla vittoria 3-1 in casa del Watford. Tutto facile per gli uomini di Guardiola contro la squadra di Claudio Ranieri, a sua volta alla terza sconfitta consecutiva e in crisi di classifica con appena 13 punti che valgono il quartultimo posto. E’ Sterling dopo appena quattro minuti a spianare la strada ai Citizens, poi Bernardo Silva chiude i conti con una doppietta tra il 31’ e il 63’. Davvero senza storia il match con un abisso tra le due squadre, bravo comunque il Watford a non crollare e anzi ad accorciare le distanze al 74’ con Cucho. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti