Premier, Sanchez trascina l'Arsenal

I Gunners passano 3-2 nel posticipo della 20.a giornata grazie a un super Sanchez. Wenger equaglia il primato di 810 panchine in Premier di Ferguson

  • A
  • A
  • A

L'Arsenal soffre ma vince il derby di Londra con il Crystal Palace, posticipo della 20.a giornata di Premier League. Townsend (49') pareggia l'iniziale vantaggio di Mustafi (25'), ma in tre minuti (63' e 65') Sanchez fa due gol e gela Selhurst Park. Nel finale Tomkins (89') accorcia, però non basta. Finisce 3-2 per i Gunners che riagganciano il quinto posto. Il Palace si ferma dopo otto risultati utili consecutivi.

L'Arsenal fa la partita in avvio, il Palace si difende e riparte sfruttando la velocità di Zaha. Il primo tentativo verso la porta è di Xhaka che all'8' ci prova dalla grande distanza ma non è fortunato come nella sfida con il Liverpool e la sua conclusione termina alta. Al 14' si fanno vedere anche i padroni di casa con un tiro di Cabaye finito di poco a lato del palo alla destra di Cech. Con il passare dei minuti però, cresce il forcing dei Gunners e al 24' si sblocca il risultato. Sugli sviluppi di una punizione battuta dalla trequarti, il pallone arriva sui piedi di Lacazette che tira forte verso la porta di Speroni. Il portiere respinge ma non può nulla sul tap in di Mustafi, lasciato inspiegabilmente solo dalla difesa di Hodgson. Incassato il gol, il Crystal Palace accusa il colpo e l'Arsenal diventa sempre più padrone del campo. Al 29' la prima grande chance per il raddoppio: Sanchez verticalizza mettendo Ozil davanti alla porta e Speroni si deve superare per negare al tedesco il gol del 2-0. Nel finale di tempo protagonista ancora Ozil che taglia benissimo in mezzo ai centrali rossoblù, ma non è preciso nell'ultimo passaggio per Lacazette e la difesa si salva ancora.

Gli sprechi dell'Arsenal del primo tempo rischiano di diventare pesanti a inizio ripresa, quando il Crystal Palace trova il pareggio. Al 49' Zaha scappa via a Bellerin sulla sinistra e mette dentro una palla per l'accorrente Townsend che calcia di prima intenzione dal centro dell'area e fulmina Cech. A questo punto la partita diventa bellissima perché il Palace ci crede e per più di dieci minuti staziona in pianta stabile nella metà campo dell'Arsenal. Nel giro di tre minuti però, ci pensa Sanchez a spezzare le ali delle Eagles. El Ninò Maravilla prima scarica violentemente in porta un pallone servitogli da Lacazette e poi, lanciato a rete da Wilshere, è freddissimo nel battere Speroni per il gol del 3-1. Nonostante il doppio vantaggio, l'Arsenal non riesce a gestire la partita e il Crystal Palace torna alla carica. All'89 è il colpo di testa di Tomkins, su angolo di Townsend, a riaprire i giochi. Zaha e compagni però sono stremati e negli ultimi minuti l'offensiva è sterile e i Gunners possono tirare un sospiro di sollievo.

A Selhurst Park Arsene Wenger ha due motivi per festeggiare. Il tecnico dell'Arsenal, infatti, non solo ha steso il Crystal Palace, ma ha eguagliato anche il numero di panchine in Premier League di sir Alex Ferguson (810).

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments