SPAGNA

Liga: nessun gol tra Atletico e Real, il Barcellona batte in 10 il Getafe  

Senza Messi ci pensano Suarez e Junior Firpo a firmare il 2-0 (espulso Lenglet nel finale). Pari 0-0 nel derby, sorprende il Granada secondo

  • A
  • A
  • A

Finisce 0-0 il derby tra Atletico Madrid e Real Madrid, un risultato che forse soddisfa più Zidane che resta da solo in testa alla classifica. Simeone però è vicinissimo, solo un punto indietro in compagnia del sorprendente Granada che batte 1-0 il Leganes. Il Barcellona senza Messi e in 10’ dall’82’ per il rosso a Lenglet vince 2-0 una gara tosta contro il Getafe: segnano Suarez e Junior Firpo, Valverde è terzo a -2 da Zidane.

GETAFE-BARCELLONA 0-2
Grande caldo e umido a Madrid, con le squadre che si fermano al 30’ per dissetarsi. Nonostante il clima però i ritmi sono buoni, il Getafe non rinuncia alla propria fisicità, squadra più fallosa della Liga, con il Barca che invece cerca con il palleggio di fare male. Suarez e Perez spaventano il Getafe che poi chiama a un grande intervento Ter Stegen sul tentativo in area di Angel. Gara che all’improvviso si sblocca al 42’, Ter Stegen esce dalla sua area e intercetta un lancio, il suo rinvio diventa assist per Suarez che supera Soria in uscita con un pallonetto da fuori area che si insacca. Soria protagonista in negativo anche a inizio ripresa, quando respinge male il sinistro di Perez, con Junior Firpo pronto a ribadire in porta. L’intensità cresce, i contrasti aumentano, fino a quando Lenglet all’82’ si prende il secondo giallo e lascia in inferiorità numerica il Barcellona nel finale di partita, senza però che il punteggio cambi fino al fischio finale. Prima vittoria esterna in questa stagione per la squadra di Valverde. Si ferma invece l’Athletic Bilbao, sconfitto in casa dal Valencia 1-0. Si decide tutto al 27’, Maximilian Gomez mette in mezzo per Cheryshev che a porta vuota non può sbagliare, gol convalidato anche dopo il controllo del VAR per un possibile fuorigioco. Baschi vicinissimi al pari con il palo di Iñaki Williams al 55’.

ATLETICO MADRID-REAL MADRID 0-0
Il Cholismo si sta evolvendo, cercando una nuova versione di se stesso senza perdere la propria identità. Un po’ come il Real Madrid nella sua interezza, ancora alla ricerca della sua forma definitiva nella seconda era Zidane. Uno dei simboli della nuova via di Simeone è Joao Felix e i lampi dell’Atletico nel primo tempo sono soprattutto i suoi: esordio con tunnel sul controllo ai danni di Sergio Ramos, poi fuga solitaria con conclusione larga e tentativo da fuori, ancora impreciso. Anche il Real si fa vedere da lontano, un paio di botte di Kroos tengono concentrato Oblak, bravo in particolare nella seconda occasione con il tedesco protagonista. Trippier spinge molto, Thomas è ovunque, mentre Hazard è stretto dall’intensità della partita e Bale non fa molto meglio. Proprio il gallese a inizio ripresa spara altissimo un pallone che forse in un altro momento della sua avventura madridista avrebbe infilato in porta senza grossi patemi. Saul invece di testa rischia di segnare un gol da angolo che sa tanto di vecchio Atletico Madrid, dall’altra parte Benzema gira di testa alla sua maniera verso l’angolino e Oblak ricorda a tutti perché è tra i migliori portieri del mondo. Tutti cercano di giocare e proporre fino al fischio finale, ma nessuno è in grado di arrivare a schiodare lo 0-0 da cui tutto era cominciato. Nell’altra sfida di giornata il Granada batte 1-0 il Leganes e si issa al secondo posto in classifica, dietro solo al Real Madrid a quota 15 e a pari punti con l’Atletico a 14 punti. Decide al 28’ la rete di Puertas che infila sotto la traversa a porta vuoto dopo che un lancio lungo rimbalza in maniera fortuita sulla schiena di Soldado.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments