Liga: poker del Real Madrid all'Espanyol, il Barcellona ne fa due al Girona

Una doppietta di Benzema e le reti di Ramos e di Bale affondano il club barcellonese. Tutto facile anche per Messi e compagni

  • A
  • A
  • A

Il Real Madrid batte 4-2 l'Espanyol in trasferta e sale a 39 punti. Sblocca il match Benzema al 4' dopo una respinta di Diego Lopez; raddoppia Sergio Ramos al 15' con un preciso colpo di testa. L'Espanyol tenta di rientrare in partita con Baptistato al 25' ma nel finale di primo tempo Benzema porta i Blancos sul 3-1. Al 67' Bale chiude definitivamente i conti, prima del gol della bandiera di Rosales all'81'. Non sbaglia nemmeno il Barcellona che sbanca Girona 2-0 grazie ai gol di Semedo (9') e di Messi (68').

GIRONA-BARCELLONA 0-2
Il Barcellona è costretto a rispondere all'Atletico Madrid, vincente in casa contro il Getafe, per ripristinare le 5 lunghezze di differenza in classifica. Per il derby catalano Valverde opta per il classico 4-3-3 che vede in avanti il trio Messi, Luis Suarez e Coutinho e l'inizio è tutto a marca blaugrana. Al 9' Semedo sblocca il match risolvendo in area avversaria un batti e ribatti che aveva coinvolto Luis Suarez e Vidal. Primo gol in Liga per il difensore portoghese. Il pallino di gioco è pienamente nelle mani dei campioni di Spagna. Messi si accende verso la metà del primo tempo: al 21' sguscia tra quattro uomini ma Alcalà è bravissimo a fermarlo, due minuti dopo lascia partire un sinistro a giro dai 20 metri che sfiora l'incrocio dei pali. Piove copiosamente sull'Estadi Montilivi. Alla mezz'ora la Pulce ci prova ancora, questa volta su punizione, per un fallo dai lui stesso conquistato; il pallone termina sulla barriera. I giocatori del Barcellona chiedono un tocco di braccio di Pons, che però colpisce con la spalla. Il Girona nel finale alza la pressione e al 43' sfiora il gol del pareggio: Ter Stegen si esalta sulla botta di Stuani, poi Piquè salva sulla linea il tap-in a botta sicura di Pons. I padroni di casa sembrano pienamente in partita, ma a inizio ripresa (51') Espinosa si fa ammonire per la seconda volta per un fallo cattivo a metà campo su Suarez. Nonostante l'inferiorità numerica gli uomini di Sacristan non mollano un centimetro e Stuani va vicino alla rete di testa sul cross di Valeri Fernandez. Palla a lato. Il Girona sfrutta in continuazione la velocità di Portu che mette al centro diversi palloni invitanti per Stuani. Ma al 68' la qualità del Barcellona emerge platealmente: Jordi Alba, partito sul filo del fuorigioco, mette al centro per Messi che, solo davanti a Bono, trafigge il portiere con un delizioso tocco sotto che chiude i conti. Diciannovesimo gol del campione argentino, sempre più capocannoniere solitario della Liga. Decima rete consecutiva messa a segno dal fuoriclasse nelle ultime 10 gare. Settimo assist in campionato invece per Jordi Alba, che raggiunge Griezmann in questa speciale classifica. Messi potrebbe anche insaccare la doppietta al 77', ma Bono gli respinge il tiro da due passi. Il Barcellona consolida così il suo primato in classifica con 49 punti e ritorna a +5 sull'Atletico Madrid.

ESPANYOL-REAL MADRID 2-4
All'Estadio Cornellà-El Prat di Barcellona il Real Madrid prova a non distanziarsi ulteriormente dalle prime due in classifica. Santiago Solari propone il 4-1-2-3 con il trio di attacco, formato da Vazquez, Benzema e Vinicius, che tenta di scardinare la difesa degli avversari che sono in cerca di punti importanti per allontanarsi dalla zona retrocessione. L'impatto dei campioni d'Europa è subito preponderante e al 4' minuto si trovano già in vantaggio: Modric calcia in porta, Lopez respinge sui piedi di Benzema che è ben piazzato all'interno dell'area e trova la rete dell'1-0. I Blancos non si fermano e al 15' raddoppiano: Sergio Ramos prende bene il tempo sul calcio d'angolo battuto da Modric e colpisce di testa alla perfezione sul palo di destra. L'Espanyol non ci sta e al 24' Courtois si impegna per respingere in tuffo un tiro di Baptistao. Sugli sviluppi del calcio d'angolo successivo, però, lo stesso attaccante brasiliano riesce a ribadire in rete sotto la traversa un pallone che gli era rimbalzato sui suoi piedi e dimezza le distanze. Il Real Madrid resta comunque solido e al 45' torna a condurre il match con due reti di distacco grazie ancora a Benzema, il quale conclude di prima intenzione senza lasciare scampo al portiere. Nella ripresa gli ospiti sembrano gestire senza troppo patemi il doppio vantaggio. Al 57' un Modric in grande forma controlla palla e scaglia un gran tiro sul quale si distende bene Diego Lopez, ex di turno, che devia in calcio d'angolo. Solari inserisce forze fresche: Nacho prende il posto di Sergio Ramos, Bale subentra a Vinicius. Ed è proprio l'attaccante gallese al 67' a chiudere definitivamente la sfida, piombando su un pallone vagante e battendo Lopez con un sinistro indirizzato nell'angolino basso. Nonostante il punteggio di 4-1, Varane commette un fallo sconsiderato e l'arbitro non può fare altro che espellerlo direttamente. All'81' Rosales segna la rete della bandiera, ma la sostanza non cambia. Il Real vince e si porta a quota 39 in classifica. Consolida il terzo posto e non perde contatto con Barcellona e Atletico Madrid.

VALLADOLID-CELTA VIGO 2-1
Vittoria in rimonta del Valladolid che batte in casa 2-1 il Celta Vigo al termine di un match molto equilibrato. Gli ospiti passano in vantaggio al 16' con un gran gol di Pione Sisto dopo un errore in disimpegno del portiere avversario. Nella ripresa, però, subiscono la furia del Valladolid che prima pareggia al 55' con Plano, servito da un colpo di tacco di Antonito, e poi al 69' effettua il sorpasso con un diagonale preciso di Keko nell'angolino basso.

REAL SOCIEDAD-HUESCA 0-0
Pareggio a reti bianche all'Estadio Municipal de Anoeta di San Sebastian tra il Real Sociedad e Huesca. Nonostante il dominio territoriale, i padroni di casa non riescono a sfondare il muro avversario. Gli ospiti, ultimi in classifica della Liga, si rendono pericolosissimi con un palo colpito da Yangel Herrera. Con questo risultato la squadra allenata da Alguacil non approfitta dello stop del Getafe e rimane distante dalla zona Europa League.

ATHLETIC BILBAO-BETIS 1-0
All'Athletic Bilbao basta la rete messa a segno al 21' del primo tempo da Muniain che, spalle alla porta, si gira di prima intenzione e trafigge con un chirurgico diagonale di sinistro il portiere avversario. Assist perfetto da parte di De Marcos. I padroni di casa devono però giocare il finale di partita in inferiorità numerica per via dell'espulsione proprio di De Marcos all'84', sanzionato dall'arbitro con un rosso diretto per un fallo duro su Sidnei.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments