CORONAVIRUS

Coronavirus: Premier League con diversi casi di positività ma per ora niente porte chiuse

Lo ha deciso il governo britannico in accordo con il comitato medico-scientifico, non escludendo misure più restrittive. Tra gli infettati il tecnico del'Arsenal Arteta. In Spagna si ferma la Liga fino ad aprile

  • A
  • A
  • A

Per l'immediato futuro la Premier League proseguirà senza cambiamenti, né rinvii nel calendario né partite a porte chiuse. E' quanto ha deciso il governo britannico in accordo con il comitato medico-scientifico, non escludendo però che nelle prossime settimane potranno essere adottate misure precauzionali più restrittive. Il tutto mentre il Leicester annuncia la positività di tre calciatori e l'Arsenal quella del manager Mikel Arteta. Nel frattempo è stata ufficializzata una notizia già nell'aria da ieri: la Liga spagnola è stata sospesa per le prossime due giornate. Anche la Ligue 1 si ferma. In Olanda campionato sospeso fino al 31 marzo. In Germania si gioca, ma a porte chiuse.

"Stiamo valutando la possibilità di vietare i principali eventi, anche sportivi - ha dichiarato Boris Johnson -. Alla luce dell'evidenza scientifica, possiamo dire che finora avrebbe avuto un impatto limitato nella trasmissione del virus. Ma la situazione potrebbe cambiare presto". Tre giocatori del Leicester sono risultati positivi al coronavirus. Come riportato dal tecnico Rodgers: "Alcuni giocatori hanno mostrato sintomi e quindi abbiamo subito seguito le apposite procedure".

LA PREMIER: "SI VA AVANTI NORMALMENTE"
"A seguito dell'ultimo aggiornamento del governo pubblicato questo pomeriggio, tutte le partite della Premier League andranno avanti come programmato questo fine settimana. Mentre il Primo Ministro ha avvertito che per ora tutti gli eventi sportivi dovrebbero svolgersi normalmente, ha anche indicato che il governo sta valutando la possibilità di vietare i principali eventi pubblici, come gli eventi sportivi. Pertanto continuiamo a lavorare a stretto contatto con i nostri club, il governo, la FA, EFL e altre parti interessate per garantire che siano predisposti piani di emergenza adeguati se e quando le circostanze cambiano. Il benessere di giocatori, staff e sostenitori è di fondamentale importanza e continueremo a seguire attentamente le linee guida del Public Health England. Terremo aggiornati tutti, se del caso.

UFFICIALE: LA LIGA SI FERMA
È stato trovato un accordo tra la Federazione spagnola, il sindacato calciatori e la Liga per la sospensione del campionato fino al 5 aprile. Stop alle prossime due giornate, dunque, e ripresa della competizione dopo la pausa per le nazionali, in attesa degli sviluppi sulle misure di contenimento della pandemia. La decisione più logica, considerando anche il periodo di quarantena forzato imposto ai giocatori del Real Madrid dopo la positività al Coronavirus di un membro del team di basket.

LA FEDERCALCIO FRANCESE: "STOP A TUTTI I CAMPIONATI"
La Federcalcio francese ha annunciato la sospensione di tutti i campionati. A seguire il comunicato del presidente Noel Le Graet: “L’annuncio del Presidente della Repubblica porta la FFF a prendersi le proprie responsabilità per contribuire senza indugio a contrastare la crisi sanitaria che sta interessando il nostro Paese. Di conseguenza, annuncio da questa sera la sospensione di tutte le attività e le competizioni federali su tutto il territorio. Tutti i campionati amatoriali, maschili e femminili, di tutte le categorie d’età, gli allenamenti e le attività delle scuole calcio sono interrotti a partire da venerdì 13 marzo e fino a nuovo ordine. Riprenderanno quando le condizioni sanitarie lo permetteranno”.

BUNDESLIGA, WEEKEND A PORTE CHIUSE
Otto gare su nove della 26esima giornata di Bundesliga, in programma nel weekend, si giocheranno a porte chiuse a causa dell'emergenza coronavirus. La Lega calcio tedesca ha aggiornato la situazione confermando che Fortuna Dusseldorf-Paderborn di venerdì, tutte le gare del sabato (Borussia Dortmund-Schalke, Colonia-Mainz, Hoffenheim-Hertha, Lipsia-Friburgo, Union Berlino-Bayern) più i posticipi Eintracht-Moenchengladbach di domenica e Werder-Bayer Leverkusen di lunedì si giocheranno senza pubblico. Unica eccezione, almeno per il momento, è Augsburg-Wolfsburg in programma domenica alle 18. 

OLANDA: CAMPIONATO FERMO FINO AL 31 MARZO
Si ferma anche l'Olanda. L'Eredivisie ha annunciato su Twitter lo stop al massimo campionato olandese fino al 31 marzo compreso, a causa dell'emergenza coronavirus. 

PORTOGALLO: CAMPIONATI FERMI A TEMPO INDETERMINATO
Ferma anche l'attività calcistica del Portogallo. La Federcalcio locale ha infatti deciso di fermare tutti i tornei di calcio e calcio a 5 a tempo indeterminato in seguito all'emergenza del Coronavirus. La decisione è stata resa nota con un comunicato.

CONMEBOL: SOSPESA LA COPA LIBERTADORES
A causa dell'emergenza coronavirus, la Conmebol ha deciso di rimandare a data da destinarsi le sfide di Copa
Libertadores in programma dal 15 al 21 marzo.

RINVIATE LE GARE DI QUALIFICAZIONI MONDIALI IN SUDAMERICA
La Fifa ha deciso di rinviare a data da destinarsi le gare di qualificazione ai Mondiali 2022 in programma in Sudamerica a fine marzo.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments