Immobile salva la Lazio: 2-2

A segno anche Pavoletti e Barella. In mezzo un'autorete di Ceppitelli

di
  • A
  • A
  • A

Continua il momento complicato per la Lazio. Alla Sardegna Arena la squadra di Inzaghi pareggia 2-2 col Cagliari e guadagna solo un punto per la zona Champions. Pavoletti sblocca la gara di testa, poi i biancocelesti pareggiano i conti al 35' grazie a un'autorete di Ceppitelli. Nella ripresa Barella riporta avanti i sardi su rigore al 74' (assegnato grazie al VAR), poi Immobile salva Inzaghi con una magia di tacco al 95'.

Niente cambio di marcia. Dopo l'addio alla Coppa Italia, la sconfitta last second con la Juve e il primo round amaro di Europa League, la Lazio torna da Cagliari solo con un punto. Troppo poco per difendere il quarto posto. Al netto degli altri risultati e per come è maturato il risultato, infatti, per gli uomini di Inzaghi il pari contro i rossoblù suona più come una mezza sconfitta. Già, perché la lotta per la Champions a questo punto della stagione non ammette più errori e ogni passo falso potrebbe costare caro alla resa dei conti. A questa Lazio manca la spensieratezza di inizio campionato, la voglia di stupire senza pressioni. Sia da un punto di vista tecnico, sia fisico. Tutto nonostante un Immobile strepitoso. Se in Sardegna non finisce peggio, infatti, per la banda di Inzaghi il merito è tutto del suo bomber, che beffa il Cagliari e rimette in carreggiata una prestazione decisamente opaca. Resta invece l'amaro in bocca allla squadra di Lopez, che porta a casa soltanto un punto dopo una buona prova e resta comunque non molto lontano dalla zona calda della classifica. La prova sul campo però c'è e con questo piglio la salvezza resta alla portata. 

Dopo l'omaggio ad Astori, che a Cagliari ha lasciato un segno indelebile e resterà sempre nei cuori dei tifosi rossoblù, alla Sardegna Arena si fa subito sul serio. Inzaghi mescola un po' le carte, lascia Milinkovic in panchina, piazza Lulic in mediana e fa giocare De Vrij dall'inizio. Senza Joao Pedro, sospeso per doping, Lopez si affida invece al tandem Han-Pavoletti. A ridosso di Immobile, Luis Alberto disegna calcio e la Lazio prova a predere il controllo del match allargando la manovra. Lulic sbaglia tutto di testa da ottima posizione, poi il Cagliari reagisce e alza il baricentro. A ritmi alti la squadra di Inzaghi resta corta e compatta, ma non riesce a verticalizzare. Immobile invoca il VAR dopo un contatto in area, ma Guida lascia correre tra la proteste. I sardi guadagnano metri e spingono sulla sinistra. Luis Alberto ci prova dal limite, poi Miangue brucia Basta e innesca Han e Pavoletti per il gol del vantaggio. E' la rete che rompe l'equilibrio e accende il match. Con le squadre disposte a specchio, la Lazio ringhia in mediana e aumenta i giri, ma fatica a trovare gli spazi per le imbucate. Così tocca a Luis Alberto risolvere l'impasse, pennellando una punizione su cui interviene Ceppitelli per il più classico degli autogol.  

Nella ripresa la gara si incattivisce e la qualità delle giocate cala. Con tanti duelli in mediana e pochi spazi, la gara la fanno soprattutto le due difese. Da un parte Ceppitelli tiene a bada Immobile, dall'altra De Vrij e Luiz Felipe controllano Pavoletti e Han. Per dare una scossa Inzaghi fa entrare Milinkovic e Felipe Anderson, ma la Lazio non cambia passo. Anzi. Con tutti i big in campo, i biancocelesti perdono le distanze e vanno in confusione. Luiz Felipe e Strakosha pasticciano e Guida, aiutato dal VAR, assegna il rigore. Sul dischetto si presenta Barella, che non sbaglia e riporta avanti il Cagliari. Nel finale la Lazio attacca a testa bassa. Felipe Anderson inventa, ma Nani spreca tutto. Poi arriva il lampo del campione. All'ultimo minuto del recupero Immobile devia di tacco un cross centrale e supera Cragno con un palonetto delizioso. E' il colpo che salva la Lazio. Quello che evita di aprire la crisi vera. Ma qualcosa nell'aria resta. 

BARELLA 6,5: in mediana tiene testa a Leiva e veste i panni del regista, poi firma il gol del momentaneo vantaggio dal dischetto come un veterano
MIANGUE 6,5: nel primo tempo è una spina nel fianco della Lazio. Basta non lo vede quasi mai. Suo il cross da cui nasce il primo gol
PAVOLETTI 6,5: tanto lavoro sporco, spizzate di testa e corse per aprire gli spazi. Segna in maniera fortuita, ma si fa trovare al posto giusto nel momento giusto
IMMOBILE 7,5: il gol che regala il pareggio alla Lazio nel recupero è una perla rara. Mix perfetto di classe e grinta. Contro il Cagliari è implacabile (7 gol in 6 sfide)
LUIS ALBERTO 6,5: dai suoi piedi arrivano le cose migliori della Lazio anche in una giornata opaca. Sua la punizione forte e precisa sull'autogol di Ceppitelli
LUIZ FELIPE 5: tanti errori, chiusure sbagliate e appoggi molli. Il pasticcio con Strakosha regala il rigore al Cagliari

CAGLIARI-LAZIO 2-2
Cagliari (3-5-2): Cragno 5; Romagna 6, Castan 6, Ceppitelli 6; Faragò 5,5, Barella 6,5 (44' st Dessena sv), Padoin 6, Ionita 5,5 (22' st Deiola 5,5), Miangue 6,5; Han 6 (34' st Farias sv), Pavoletti 6,5. 
A disp.: Rafael, Crosta, Lykogiannis, Andreolli, Pisacane, Caligara, Cossu, Ceter, Giannetti. All.: Lopez 6,5
Lazio (3-5-1-1): Strakosha 5; Luiz Felipe 5, de Vrij 6 (30' st Nani 5), Radu 6; Basta 5, Parolo 5,5 (19' st Milinkovic 5,5), Leiva 6, Lulic 5,5, Lukaku 5 (19' st Felipe Anderson 6); Luis Alberto 6,5; Immobile 7,5. 
A disp.: Guerrieri, Vargic, Wallace, Bastos, Patric, Di Gennaro, Jordao, Murgia, Caicedo. All.: Inzaghi 6
Arbitro: Guida
Marcatori: 25' Pavoletti (C), 35' aut. Ceppitelli (C), 28' st rig. Barella (C), 50' st Immobile (L)
Ammoniti: Ionita, Deiola (C); Immobile, Lulic, Leiva, Radu (L)
Espulsi: -

- La Lazio ha ottenuto una sola vittoria nelle ultime quattro trasferte di campionato (1N, 2P).
- Inoltre in quattro delle ultime cinque trasferte di campionato, i biancocelesti hanno concesso almeno due reti.
- Il Cagliari ha ottenuto un solo punto nelle ultime tre partite giocate in campionato.
- Ciro Immobile ha segnato il suo gol numero 24 in questo campionato: record per lui in una singola Serie A.
- La Lazio ha subito il suo settimo gol su rigore in questo campionato, nessuna squadra ne conta di più.
- Nicolò Barella è il secondo centrocampista più giovane (dietro al solo Cengiz Ünder) ad aver segnato almeno tre gol in questo campionato.
- Leonardo Pavoletti ha segnato la sua sesta rete di testa (su sette gol complessivi): è il giocatore che ne ha segnati di più con questo fondamentale nella Serie A in corso.
- Inoltre cinque delle sette reti in questo campionato di Pavoletti sono state segnate in partite casalinghe.
- Leonardo Pavoletti ha toccato solo due volte il pallone in area avversaria in questo incontro, trovando il gol con il primo di questi.
- Il Cagliari ha concesso 17 reti su calcio da fermo in questo campionato, meno solo del Crotone (20).
- L'età media dell'11 iniziale del Cagliari è di 25 anni e 224 giorni, la più giovane in un incontro di questo campionato per i sardi.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments