Mihajlovic, il messaggio di Paolo Brosio: "Tra i primi a credermi: aiuti chi soffre, pregherò per te"

Il commovente post del giornalista che ricorda le esperienze vissute insieme all'amico allenatore

  • A
  • A
  • A

Tra i tantissimi messaggi di solidarietà pervenuti a Sinisa Mihajlovic, c'è anche quello di Paolo Brosio, giornalista e amico dell'allenatore del Bologna alle prese con la lotta contro la leucemia. Ecco il suo post su Facebook, nel quale Brosio ricorda le esperienze vissute insieme al tecnico.

FORZA SINISA, SIAMO TUTTI CON TE!
Caro Sinisa,
                  ti scrivo queste poche righe perché mi vengono dal cuore e visto che oggi non sono proprio riuscito a sentirti spero che presto possiamo riabbracciarci.
Ti voglio bene, non perché sei un campione e sei famoso, ma perché tu nel 2009, in quel 12 maggio del 2009, sei stato fra i primi a credere nella mia conversione e ad aiutare gli orfani e gli anziani abbandonati di Suor Kornelija. Con te, Roberto Mancini, il presidente Percassi e tanti, tanti pellegrini e molti altri personaggi dello sport e dello spettacolo, abbiamo portato a termine due case grandi realizzate con il cuore di tante persone. Diciotto anziani e ventidue orfani hanno oggi le loro case.
Pregherò la Madonna che stenda il Suo Mantello Celeste su di te e la tua famiglia. Ti voglio bene caro Sinisa e presto ci riabbracceremo a Bologna.
Ci siamo visti poco tempo fa, i primi di maggio, per aiutare i bambini dell'Honduras, con te, le due bimbe e tua moglie Arianna. Siamo stati bene, ma sono certo che potremo condividere insieme ancora tanti momenti per coltivare la nostra amicizia ed aiutare chi soffre.
Io juventino, tu e Roberto interisti, la Madonna ci unì per aiutare i più deboli.
Forza Sinisa, siamo tutti con te!
Paolo Brosio

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments