L'EXPLOIT

Tennis, US Open: Berrettini schianta Popyrin e si guadagna gli ottavi  

Il romano annulla tre set point nel quarto e ultimo set: è tra i primi 16 per il secondo Slam di fila, il prossimo avversario sarà Rublev

  • A
  • A
  • A

Matteo Berrettini è agli ottavi degli US Open dopo aver battuto 6-4 6-4 6-7 (3) 7-6 (2) Alexei Popyrin, numero 105 del mondo. Autorevole la prestazione dell'azzurro: va avanti di due set prima di subire un calo che gli costa il terzo parziale, poi nel quarto annulla tre palle del pari e con tenacia ottiene un tie-break, poi dominato. Agli ottavi l'avversario sarà Andrej Rublev, vincitore in tre set contro Nick Kyrgios.

Matteo Berrettini non sta guardando oltre la rete, si sta specchiando. Di fronte a lui c'è Alexei Popyrin, giocatore del tutto simile al romano: giovane (20 anni), muscolare, dal servizio potente e con un dritto che non perdona. Non sorprende che uno dei due sarà agli ottavi degli US Open, il cemento di Flushing Meadows è la superficie ideale per il loro gioco. Per fortuna dei colori azzurri, sarà Berrettini a giocarsi l'accesso ai quarti di finale.

Nel primo set l'azzurro deve subito annullare una palla break con un ace esterno, poi controlla senza faticare. Con alcuni errori dal fondo Popyrin va sotto 40-0 e Berrettini si prende il break del 4-3 grazie a una volèe. Il servizio dell'azzurro tiene senza problemi (92% di punti vinti con la prima) e il primo set è conquistato (6-4). Dinamica molto simile quella del secondo parziale, con Berrettini che sembra superiore all'australiano, bravo a togliere due palle break sul 2-2. Ma il momento del sorpasso è solo rimandato di qualche minuto: nel nono game, con Popyrin al servizio, Berrettini conquista il break con un passante lungolinea. Vantaggio poi confermato con quattro prime che gli valgono il 6-4 e il secondo set.

Sembra poter andare tutto liscio per il romano, che continua a collezionare palle break. Ne ha tre, ma Popyrin rimane aggrappato al match e a sua volta ha due set point sul 5-4, annullati in scioltezza. Non sbaglia nessuno, si va al tie-break. Berrettini va subito avanti di un mini break ma il primo doppio fallo del match instrada il set verso Popyrin, che vince il tie-break per 7-3.

L'ultimo parziale è un inno alla follia. Succede poco fino al 5-5, solo nel secondo game si va al deuce e Berrettini deve salvare una palla break. L'undicesimo game è infinito, con 26 punti. Berrettini, al servizio, mette solo otto volte la prima, mentre il rovescio abbandona quasi del tutto Popyrin, che tuttavia alla settima palla break si porta avanti e si esalta con il pubbico. In una situazione difficile, Berrettini non si scompone e ottiene il tie-break alla quarta occasione di controbreak, dovendo prima salvare tre set point. Il tie-break è dominato: l'azzurro vola sul 4-0, Popyrin si fa prendere dal nervosismo e scaglia una pallina lontanissimo. Al romano non resta che gestire e attendere altri errori dell'australiano, che infatti perde il match sbagliando un passante. Berrettini ha così il tempo per gioire: è agli ottavi di uno Slam per la seconda volta consecutiva. Di fronte ci sarà Andrej Rublev, vincitore in tre set contro Nick Kyrgios.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments