LA TRAGEDIA

Südtirol Ultra Skyrace: atleta uccisa da un fulmine

La 44enne norvegese si trovava nei pressi del lago San Pancrazio. Circa 30 minuti prima del fatto la gara era stata interrotta per maltempo

  • A
  • A
  • A

Tragico incidente alla Südtirol Ultra Skyrace. Sabato sera, intorno alle 19.15, un`atleta norvegese è stata uccisa da un fulmine presso il lago di San Pancrazio. Un gruppo di atleti stava transitando per la località a circa 2.120 metri di altitudine quando, durante un temporale, l'atleta di 44 anni è stata colpita da un fulmine.

Circa 30 minuti prima, la gara era stata interrotta a causa del maltempo e gli atleti erano stati fermati ad Antran, presso il Rifugio Punta Cervina e presso il Rifugio Kesselberg. Alcuni concorrenti però si trovavano nelle tratte intermedie al di fuori della portata del personale responsabile del controllo del percorso, tra cui il gruppo con la giovane norvegese. Alcuni atleti che avevano notato l'incidente hanno subito allarmato il 112. Dopo le prime cure, l'atleta infortunata è stata portata all'ospedale di Bolzano con l'elisoccorso Pelikan I, dove purtroppo è deceduta. "Siamo sconvolti dall'accaduto", ha dichiarato Josef Günther Mair, direttore del comitato organizzatore della Südtirol Ultra Skyrace. "Ai famigliari della vittima esprimiamo le nostre più sentite condoglianze". Le premiazioni, in programma domenica alle 11:00, sono state cancellate.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments