MOTOGP

Petronas via dalla MotoGP, è ufficiale: lo sponsor abbandona dopo tre anni

Lo sponsor, con un comunicato congiunto con il team SRT, ha confermato i rumors che si rincorrevano nelle scorse ore

  • A
  • A
  • A

Petronas non proseguirà con la sponsorizzazione al Sepang Racing Team nel 2022. Dopo giorni di rumors e la conferma dell'addio del main partner alle categorie Moto2 e Moto3, nella mattinata odierna tramite un comunicato congiunto è stato ufficializzato l'addio alla MotoGP: "Sepang International Circuit Racing Team e Petronas desiderano annunciare che entrambe le parti hanno di comune accordo deciso di terminare la loro collaborazione alla fine della stagione 2021 di MotoGP".

Dopo l'addio di Valentino Rossi, che a fine stagione terminerà la propria carriera tra i motori, e la promozione scontata di Franco Morbidelli in Yamaha ufficiale, il team malese si è visto catapultato verso un 2022 senza un pilota di rilievo. Il colosso dei petroli ha quindi deciso, visto anche la riorganizzazione interna dell'azienda, di concentrare le proprie risorse in un'altra direzione comunicando a SRT la conclusione del rapporto dopo tre anni.

Azhan Shafriman Hanif, CEO del Sepang International Circuit, ha così spiegato i motivi dell'addio: "SIC ringrazia la Petronas per il supporto avuto negli anni della loro relazione. Rispetta la decisione di Petronas. Insieme abbiamo avuto momenti memorabili. Credo che questa non sia la fine della nostra collaborazione negli sport motoristici, continueremo la nostra ricerca di talenti malesi. SIC è orgogliosa di essere stata coinvolta nella formazione e nello sviluppo iniziale del Team che ha superato le aspettative nelle sue prestazioni. Auguriamo al Team tutto il meglio nella prossima fase della sua evoluzione sotto una nuova entità”.

In tre anni di esperienza in top class, Petronas ha raggiunto traguardi sulla carta insperati. Dai sei successi ottenuti fin qui al secondo posto nel Motomondiale di Franco Morbidelli nella stagione 2020, lo sponsor si può ritenere più che soddisfatto del lavoro fin qui portato a termine. Ma cosa succederà tra i box? Di certo il team SRT sarà presente al via della stagione 2022, con i malesi che sono ancora alla ricerca di piloti di talento capaci di lavorare sulle M1 che Yamaha, secondo accordo, fornirà ancora alla squadra diretta da Razlan Razali. Rispetto alle moto fornite nel passato ci sarà però un cambio di rotta, con Sepang Racing Team che potrà contare su prototipi considerati standard.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments