Retroscena Bonucci: "Mi voleva lo United, ma volevo tornare a casa"

Il difensore della Juve al 'Telegraph": "Al Milan non sono riuscito a esprimermi al meglio"

Leonardo Bonucci (LaPresse)

Intervistato dal quotidiano britannico 'Telegraph', Leonardo Bonucci svela un retroscena di mercato. "Questa estate c'è stata un'offerta dello United, ma quando mi è stato detto che c'era la possibilità di tornare a casa alla Juventus, ho smesso di ascoltare tutte le altre offerte - ha detto -. In bianconero mi sento a casa, mi esprimo al meglio. Al Milan non ci sono riuscito, probabilmente perché avevo già preso la decisione di tornare a casa".

Poteva esserci Manchester nel futuro di Bonucci, a distanza di anni corteggiato prima dal City e poi dallo United, prossimo rivale in Champions League. In entrambe le occasioni, pur lusingato, il difensore ha preferito prima non cambiare casacca e poi ritornare alla casa madre. "Ho ricevuto un’offerta del City nel 2016: coi Citizens ci fu un dialogo, parlai col club e poi con la Juve, e allora decidemmo che la cosa migliore per me era restare in bianconero e continuare a vincere con la Juve".

Secondo Ferran Soriano, ad degli inglesi, fu Bonucci a proporsi ai Citizens, come dichiarato in un'intervista a Radio Catalunya nell'ottobre 2016: "Ci sono molti giocatori che vogliono venire da noi, che vogliono essere allenati da Pep Guardiola - le sue parole dell'epoca -. Tra questi c’è Bonucci, che ci ha chiamato per trasferirsi al Manchester City. Ho parlato con Fabio Paratici, direttore sportivo della Juventus, ma la risposta è stata negativa. Non lo vendono".

TAGS:
Leonardo bonucci
Mercato
Juventus
Manchester united
Manchester city

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X