Marotta: "Morata tornerà al Real"

L'ad bianconero: "Non trattiamo per Pogba. Abbiamo preso Dani Alves, impossibile arrivare a Mascherano e André Gomes"

  • A
  • A
  • A

Alvaro Morata è praticamente un nuovo giocatore del Real Madrid. Ad annunciarlo è stato l'ad della Juve Marotta rassegnato all'idea di perdere l'attaccante spagnolo: "Ritengo dai contatti che abbiamo avuto che il Real Madrid usufruirà di questo diritto di recompra. Credo che nei prossimi giorni ce lo comunicheranno per iscritto. Valuteremo il da farsi ma le possibilità che possa continuare con noi in questo momento penso siano molto ridotte".

Come ampiamente previsto, il Real Madrid verserà nella casse della Juventus 30 milioni di euro per riportare l'attaccante in Spagna dopo due stagioni. Per i bianconeri una plusvalenza di 10 milioni di euro, ma resta l'amaro in bocca e un casella da riempiere nella rosa di Allegri. Dopo il no di Berardi, Marotta e Agnelli sono costretti a cercare una valida alternativa: da Cavani a Batshuayi passando per il colpo impossibile Ibrahimovic.

Ancora incerto anche il futuro di Morata, Madrid potrebbe essere una tappa intermedia di questa lunga estate. Zidane non stravede per Alvaro e i Merengues sono pronti a rivenderlo a qualche big inglese (Chelsea o Arsenal) per 75 milioni di euro, come riporta Marca.

"Richieste effettive per Pogba non ne sono arrivate, soprattutto perché non vogliamo sederci al tavolo della trattativa". L'ad della Juventus, Beppe Marotta, blinda il francese. "Pogba è indispensabile per il presente e il futuro: la Juve non è venditrice, per vincere bisogna avere la forza di tenere i campioni. Pogba sta bene a Torino, in questi anni è cresciuto, può migliorare ancora. In questo momento non apriamo discussioni anche se, al di là di compratore e venditore, è importante il valore del giocatore".

Mascherano e André Gomes quasi sicuramente non arriveranno alla Juventus. A spiegarlo è sempre Marotta: "Non ci sono novità. Con Mascherano c'è chiusura, e non si arriverà alla conclusione. Per Gomes non c'è apertura del Valencia, sono due situazioni utopistiche. Abbiamo fatto due acquisizioni, una onerosa, quella di Pjanic, e una a titolo gratuito, quella di Dani Alves: due giocatori importanti per profilo che rinforzano una rosa che ci ha dato soddisfazioni".

Marotta ha spiegato anche la situazione di Lichtsteiner e Berardi: "Per quanto riguarda lo svizzero l'idea è quella di avere due giocatori di qualità per ruolo. Berardi? Ho parlato con Squinzi e con Carnevali e non credo che il giocatore andrà all'Inter, ha scelto un percorso di crescita ben preciso. Non parlerei di un rifiuto, abbiamo valutato che l'opportunità che rimanga a Sassuolo. Se il giocatore preferisce crescere in un habitat a lui congeniale è giusto aspettarlo".