Inter-Gagliardini: chiuderà Suning

La trattativa con l'Atalanta - che vuole di più per il prestito oneroso - si sbloccherà definitivamente con il ritorno a Milano di Suning. Jovetic accetta il Siviglia. E Banega...

  • A
  • A
  • A

Nessun intoppo sulla strada che porterà Gagliardini all'Inter, solo la necessità di sistemare alcuni dettagli tecnici con l'Atalanta, con cui c'è già l'accordo per un'operazione di 27 milioni bonus compresi: ma Percassi vuole più di due milioni per il prestito oneroso. L'ufficialità dell'operazione dovrebbe avvenire agli inizi della prossima settimana con il ritorno a Milano del figlio del patron di Suning Steven Zhang e dell'ad Liu Jun.

Niente ombre sulla buona riuscita della trattativa tra Inter a Atalanta ma Pioli dovrà aspettare la prossima settimana prima di avere a disposizione il nuovo rinforzo per il centrocampo. A sbloccare l'operazione l'arrivo di Suning a Milano e il possibile incontro con il presidente del club bergamasco Percassi, che dal canto suo vorrebbe una cifra più alta dei due milioni di euro proposti dall'Inter per il prestito oneroso di Gagliardini, una garanzia maggiore cioè per il suo riscatto a fine stagione. Già definito il contratto del giocatore: 1,5 milioni per cinque anni. Sul fronte Jovetic, il montenegrino ha fatto il punto con il suo agente Ramadani dando il suo ok per il trasferimento al Siviglia. L'Inter e il club andaluso sono però ancora lontani: i nerazzurri non sono disposti ad accettare il prestito gratuito e vorrebbero un diritto o obbligo di riscatto intorno ai 10-12 milioni. La trattativa comunque continua. Su Banega c'è l'interessamento du due club cinesi: ma soltanto in caso di offerta importante - almeno di 30 milioni - l'Inter potrebbe prendere in considerazione la sua partenza. In quel caso però arriverebbero i soldi per l'assalto immediato al terzino del Wolfsburg Rodriguez.

Giuseppe Riso, agente di Gagliardini, ha parlato della trattativa con l'Inter per il trasferimento a Milano del suo assistito: “Ci sarà un incontro lunedì o martedì, si pensa che andrà tutto a posto. Finché non ci sarà l'incontro non parliamo con altri club, aspettiamo l'Inter. Il ragazzo è tranquillo. Com'è parlare con la proprietà cinese? Problemi? Non si è mai bloccata la trattativa, si tratta di tempi tecnici legati al fuso orario, poi questa è un'operazione importante, è normale che si incontrino le due società. Il ragazzo è tranquillo, non mi ha mai chiamato. Non so se giocherà domenica, non dovete chiederlo a me. La trattativa, comunque, non si è mai bloccata, è stata più lenta per questione di orari. Con Paratici? Abbiamo parlato di altre cose, anche di Caldara”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments