Inter, c'è il nodo Jovetic. Ljajic e Telles devono convincere Mancini

Il montenegrino sarà riscattato dal City, ma non è detto che rimanga. Miranda piace a United e Bayern

Miranda, Lapresse

In queste ultime giornate di campionato, Roberto Mancini dovrà valutare tutti i giocatori da riscattare, tra obblighi e diritti. Il nodo è quello di Jovetic: prestito biennale da 2,5 mln di euro, dovrà essere riscattato alla prima presenza del prossimo campionato o se l'Inter si troverà entro la 17.a posizione a dicembre. Sirene estere per Miranda: il riscatto costa 11 mln, ma su di lui ci sono Bayern e United.

Il 2016 del montenegrino, però, non è stato esaltante: non segna in campionato dalla gara del 12 dicembre contro l'Udinese (ma il suo ultimo gol risale al 19 gennaio in Coppa Italia contro il Napoli) ed è stato fermato spesso dagli infortuni. Per lui si aspetta un'offerta dalla Premier. Capitolo Miranda: il brasiliano è da tenere, ma piace a due top club europei. Obbligo di riscatto anche per Eder, fissato a 11 milioni con la Sampdoria. Discorso diverso per Ljajic e Telles, che non sono obblighi. Entrambi devono convincere Mancini: il serbo è comunque in uscita dalla Roma e si può trattare sugli 11 milioni. Per il terzino è un po' più complicato: in corso Vittorio Emanuele si sta sondando il mercato per trovare un rinforzo in quel reparto. Ed è stato individuato in Erkin, anche lui del Galatasaray. Con tutti questi riscatti, insomma, all'Inter ci sono in ballo 56 milioni di euro. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

TAGS:
Calcio
Campionato
Inter
Mancini
Jovetic