ULTIMO GIORNO

Premier League, stop al mercato: ultimi colpi e affari saltati, ecco cos'è successo

Ultima giornata di trattative molto vivace, infuriati i tifosi del Manchester United

  • A
  • A
  • A

La Premier League come sempre si dimostra più vivace degli altri campionati anche nell'ultimo giorno di calciomercato. E così ecco che nelle ultime ore utili alle squadre inglesi per rinforzarsi, arriva il colpo ad effetto in casa Arsenal: per 8 milioni di sterline i Gunners si assicurano il difensore brasiliano del Chelsea David Luiz, già in rotta con i Blues da diversi giorni.

Un accordo di due anni per il giocatore, che nel frattempo si è visto riempire di recensioni negative il suo ristorante italiano a Londra da parte naturalmente dei tifosi del Chelsea infuriati. E infuriati sono anche quelli del Manchester United, che dopo la cessione di Lukaku all'Inter ha fatto sfumare la trattativa per portare in Inghilterra Mandzukic. Stessa cosa che è successa a Dybala con il Tottenham, che però nelle ultime 24 ore ha completato due colpi: Lo Celso, in arrivo dal Betis, e Sessegnon dal Fulham.

Di sicuro la Premier si conferma il campionato più ricco in Europa. In questa sessione estiva infatti ben 6 colpi hanno superato i 50 milioni di euro. Il primo, il più costoso di tutti (ben 87 milioni) è stato Harry Maguire, che ha lasciato il Leicester per lo United. 80 invece i milioni spesi dall'Arsenal per l'attaccante francese ex Lille Nicolas Pépé. Il City ha versato nelle casse dell'Atletico Madrid 70 milioni per Rodri e in quelle della Juve 65 per Cancelo, mentre il Totteham ne ha spesi circa 5 in meno per Ndombelé. Sopra il muro dei 50 anche Aaron Wan-Bissaka, passato dal Crystal Palace al Manchester United per 55 milioni.

Insomma, di sicuro fare affari con gli inglesi è sempre conveniente, così come ha fatto in extremis la Sampdoria, cedendo Praet al Leicester  per 20 milioni.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments