NUOVO IDOLO

Lukaku ufficialmente nerazzurro: "L'Inter non è per tutti, ecco perché sono qui"

Visite mediche per il belga poi la firma di un quinquennale e le prime parole con la nuova maglia

  • A
  • A
  • A

Big Rom sorride. È notte fonda a Milano e c'è chi ha preferito restare sveglio per accogliere il nuovo idolo con cori incessanti. Romelu Lukaku sorride: la sua lunga giornata è cominciata così, alle 2, In mattinata le visite mediche all'Humanitas poi il passaggio al Coni per l'idoneità sportiva e il trasferimento in sede per la firma del contratto fino al 30 giugno 2024 e l'ufficialità. "L'Inter non è per tutti, è per questo che sono qui. Per riportare i nerazzurri alla vittoria". I tifosi dell'Inter sono già pazzi di lui. Il primo derby d'Italia, intanto, è stato vinto.

Alle 9.40 Lukaku è arrivato alla clinica Humanitas per sostenere la prima parte delle visite mediche. Al termine si è trasferito nella sede del Coni per l'idoneità, poi il nero su bianco su un quinquennale da 7,5 milioni a stagione. Il belga voleva solo l'Inter e l'ha ottenuta. L'Inter lo voleva e l'ha acquistato spendendo 65 milioni, più 10 di bonus, più il 10% sulla futura rivendita che andrà al Manchester United. Marotta ha aspettato sulla ""riva del fiume", come ama dire lui, e ha "battuto" Paratici.

Ora la palla passa ad Antonio Conte: ha chiesto lui Big Rom per sostituire Mauro Icardi, fuori dal progetto, ha dovuto aspettare un mesetto e ora si ritroverà un giocatore fuori forma, che con il Manchester United non è mai sceso in campo quest'estate. A un certo punto, storia recentissima,  è rimasto a Bruxelles ad allenarsi con l'Anderlecht. Chissà se pagherà davvero la multa di cui parlano in Inghilterra. Di sicuro non ci sta pensando. Quando è atterrato a Milano, sorrideva. Ha avuto quello che voleva, l'Inter.

tempo reale — ULTIMO AGGIORNAMENTO

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments