FORMULA 1

Mercedes "spaventa" la concorrenza: sviluppo 2020 terminato già a fine agosto, poi focus sul 2021

Il Direttore Tecnico della Mercedes James Allison rivela un dettaglio preoccupante (per gli altri) sull'attuale vantaggio tecnico della Casa tedesca.

di
  • A
  • A
  • A

Il margine di "sicurezza" accumulato sugli avversari era così ampio che già alla fine della scorsa estate lo sviluppo della w11 era stato completato e conseguentemente lo sguardo già rivolto al 2021: dopo sette dei... diciassette Gran Premi in programma! Lasciando alla classe di Lewis Hamilton il compito di finalizzare il lavoro. Lo afferma in un'intervista ad "Auto, Motor und Sport" il Direttore Tecnico del team campione del mondo James Allison.

"Ci siamo fermati prima del solito. A causa del lockdown (quello legato alla prima ondata della pandemia, ndr) abbiamo perso sette settimane di lavoro in galleria del vento. Una stagione ne dura normalmente sette, quindi abbiamo perso un quinto del tempo. Il nostro ultimo sviluppo aerodinamico è stato completato a metà luglio, con un mese e mezzo di anticipo sul piano iniziale. Gli ultimi aggiornamenti sono stati messi in macchina a Spa-Francorchamps. In totale ne abbiamo varati tre nel 2020: il primo in Austria, il secondo a Silverstone e l'ultimo - minore - in Belgio appunto".

Lascia poche speranze in un Mondiale più apert orispetto agli ultimi... sette anni, James Allison. A sorprendere non è tanto la chiusura del lavoro di sviluppo sulla W11 alla fine di agosto, quanto la constatazione che - nel Mondiale "pandemico" 2020 - il GP del Belgio stesso era ancora compreso nella prima metà di un campionato partito nemmeno due mesi prima, in Austria. Come dire che, in una stagione... normale lo "switch" degli ingegneri Mercedes tra la stagione in corso e la successiva sarebbe avvenuto... ai primi del mese di giugno!

Ed è per questo motivo che - secondo Allison - dal weekend di Spa-Francorchamps in avanti la Mercedes ha semplicemente amministrato il proprio vantaggio, permettendo alla Red Bull - e solo alla Red Bull... - di ridurre (relativamente) il gap, fino al successo di Max Verstappen nel GP di Abu Dhabi che, non più tardi di tre fine settimana fa, ha chiuso il campionato più anomalo di sempre. E visto che, sempre causa Covid-19, l'introduzione del nuovo regolamento tecnico è stato posticipato al 2022, la Casa di Stoccarda sembra in grado di "chiudere" subito il pronostico. Con tanto di "scoppiettanti" auguri di Buon 2021 a tutti. A patto, naturalmente, di risolvere finalmente il nodo" del nuovo accordo con Lewis Hamilton. L'avvicinarsi del 36esimo compleanno del Re Nero (giovedì 7 gennaio) potrebbe essere un buon indizio!

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments