Formula 1: il papà di Stroll salva la Force India

Lawrence fa capo a una cordata d'imprenditori

  • A
  • A
  • A

Buona notizia per il circus della Formula 1: la Force India è salva e potrà continuare a correre per tutto il Mondiale. Merito di Lawrence Stroll, papà del pilota Williams, che ha rilevato la scuderia sommersa dai debiti assime a un consorzio di imprenditori. La cordata è composta da Andre Desmarais, Jonathan Dudman (Monaco Sports and Management), John Idol (Michael Kors), John McCaw Jr (operativo nel settore delle telecomunicazioni), Michael de Picciotto (esperto finanziario) e il socio in affari Silas Chou. Finisce l'era dell'imprenditore indiano Vijay Mallya che ha sempre avuto problemi con la giustizia.

L'operazione è stata confermata da Otmar Szafnauer, il chief operating officer: "Questo risultato garantisce il futuro del team Force India in F1 e consentirà alla squadra e ai nostri piloti di competere al massimo del nostro potenziale. Sono lieto che abbiamo il supporto di un consorzio di investitori che credono in noi come squadra e che vedono il considerevole potenziale di business che la Force India ha in F1 ora e in futuro".

L'amministratore Geoff Rowley ha aggiunto: "Tutti i creditori saranno pagati per intero, tutti i posti di lavoro saranno preservati e il team avrà un investimento significativo da utilizzare per il suo futuro. I finanziamenti per sostenere la scuderia saranno resi disponibili da oggi e molti altri saranno a disposizione una volta che l'azienda uscirà dall'amministrazione, cosa che prevediamo avvenga entro le prossime due o tre settimane".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments