F1, Hamilton: "Non canto vittoria"

"Abbiamo un bel gap su Vettel, spero di fare bene ad Austin". Verstappen: "Seb non poteva superarmi, non c'era spazio"

  • A
  • A
  • A

Ancora una manciata di punti e poi sarà titolo. Il quinto della strepitosa carriera di Lewis Hamilton, che però continua a tenere i piedi per terra. "Dobbiamo fare un passo alla volta, ora abbiamo vinto un grandissimo Gran Premio, c'è un bel gap su Sebastian - ha spiegato il pilota inglese della Mercedes - , ma non vogliamo cantare vittoria troppo presto. Spero di fare bene ad Austin, in un circuito in cui mi diverto molto".

"E' stato fantastico, un weekend incredibile. Ci siamo impegni al meglio, è stato uno spettacolo. Ho una felicità dentro che non saprei descrivere. La macchina andava bene, sono riuscito a gestire sia la gomma che il ritmo. E' stato davvero divertente", ha aggiunto.

A regalare spettacolo, così, è stato Max Verstappen, nonostante due incontri ravvoicinati con le Ferrari di Raikkonen e di Vettel. "Penso che Seb in quella curva non avrebbe potuto superarmi, io non avevo dato spazio. E' un peccato che si sia girato ma comunque sono contento di esser salito sul podio. Ho fatto una bella gara, abbiamo acquisito un bel ritmo anche con questi danni alla macchina. Pensavo di avere una possibilità di passare Bottas, però la macchina era danneggiata sul fondo. Comunque abbiamo fatto un bel lavoro. Il contatto con Raikkonen? Kimi stava cercando di rientrare, poteva aspettare anche lui, non penso sia stato un grande scontro".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments