VERONA-PARMA 2-1

Serie A, Verona-Parma 2-1: Barak e l’autogol di Grassi regalano i tre punti a Juric

Dopo il vantaggio di Kucka, i ducali si fanno rimontare e perdono una gara importante per la lotta salvezza

  • A
  • A
  • A

Nel posticipo del 22esimo turno di serie A, la sfida tra Verona e Parma termina sul risultato di 2-1. Al vantaggio dei ducali con Kucka su rigore (8’), risponde l’autorete di Grassi al 13', su tiro di Dimarco, tra i migliori dei suoi. Nella ripresa il colpo di testa di Barak al 62’ fissa il risultato finale e consegna la vittoria al Verona: i gialloblù salgono a 33 punti in classifica, i ducali restano penultimi a 13.

LA PARTITA
Il Verona, senza gli squalificati Faraoni e Zaccagni, per riprendere una marcia positiva, interrotta solo dalle recenti sconfitte contro Roma ed Udinese. Il Parma, in crisi di goal e con il peggior attacco del campionato, per raggranellare punti vitali per uscire dalle sabbie mobili del fondo classifica. Con queste prerogative le squadre di Juric e D’Aversa si affrontano nel posticipo della 22esima giornata, nel gelo del Bentegodi. Partono subito forte i ducali: è l’8’ quando Silvestri, in ritardo, atterra in area Karamoh e costringe il direttore di gara, dopo consulto al Var, ad assegnare il penalty, che Kucka trasforma con precisione. Passano pochi minuti e al 13’ il Verona pareggia: cross dalla destra di Lazovic, spizzata di testa dal centro dell’area di Lasagna e Dimarco, arrivando in corsa dalla parte opposta del campo, fulmina Sepe, complice una deviazione di Grassi. Si accende poi Lasagna che, al 18’, tenta il tiro appena entrato nell’area avversaria, ben assistito da Barak, ma non centra il bersaglio grosso. Dopo un paio di sterili affondi di Gervinho, ben rintuzzati da un attento Lovato, è ancora Dimarco protagonista, su punizione: è il 38’ quando il sinistro dell’esterno di Juric viaggia all’incrocio, ma Sepe vola e alza sopra la traversa. 

La seconda frazione di gioco si apre col brutto infortunio di Colley, che scivolando da solo si procura un infortunio al ginocchio e lascia il campo a Bessa, autore al 59’ di un tiro, fiacco, che Sepe controlla agevolmente. Al 62’ il Verona mette la freccia: cross da calcio d’angolo di Dimarco e Barak di testa sale in cielo e porta in vantaggio i suoi: è il millesimo goal nella storia del Verona in serie A. Le emozioni però latitano e domina solo la fisicità, fino al fischio finale di Massimi, che certifica il successo dei padroni di casa e la crisi sempre più profonda del Parma.

IL TABELLINO
VERONA – PARMA 2-1

Verona (3-4-2-1): Silvestri 5,5; Lovato 7, Gunter 6,5, Cetin 6; Lazovic 6, Tameze 6, Ilic 6,5 (47’ st Veloso sv), Dimarco 7 (37’ st Magnani sv); Colley 6 (6’ st Bessa 6), Barak 7; Lasagna 5,5.
A disp.: Amione, Berardi, Pandur, Sturaro, Terracciano, Udogie, Vieira, Yeboah. All.: Juric 6,5
Parma (4-3-3): Sepe 6; Conti 5,5 (42’ st Man sv), Bani 6, Osorio 5,5 (23’ st G. Pezzella 6), Gagliolo 6; Kucka 6,5, Grassi 5,5 (11’ st Sohm 6), Kurtic 6; Karamoh 5,5 (23’ st Mihaila 5), Cornelius 5 (11’ st Zirkzee 5,5), Gervinho 5,5.
A disp.: Colombi, Bruno Alves, Brugman, Brunetta, Cyprien, Dierckx, Iacoponi. All.: D'Aversa 5,5
Arbitro: Massimi
Marcatori: 8’ rig. Kucka (P), 13’ aut. Grassi (V), 17’ st Barak (V)
Ammoniti: Silvestri (V), Cornelius (P), Dimarco (V), Gunter (V), Mihaila (P), Lovato (V)
Espulsi:
 

LE PAGELLE
Dimarco 7 – Un treno sulla sinistra, contribuisce al vantaggio dei suoi e macina chilometri, rendendosi spesso pericoloso, tra cross e conclusioni verso la porta difesa da Sepe. 
Lovato 7 – Classe 2000, è uno dei difensori più promettenti del nostro campionato. Sempre pulito e puntuale, non lascia passare gli attaccanti del Parma e guida la difesa con personalità.
Barak 7 – Senza Zaccagni, si assume la responsabilità di cucire il gioco e cercare la giocata decisiva. Non ci riesce sempre, ma il suo peso sulla trequarti si sente. E di testa segna la rete del 2 a 1.
Kucka 6,5 – Segna il rigore del provvisorio vantaggio, canta e porta la croce, ma spesso e volentieri predica nel deserto.
Cornelius 5 – Lento ed involuto, viene da una serie di problemi fisici che non gli permettono di brillare. Ma al Parma, i suoi spunti, servirebbero come il pane. 
Gervinho 5,5 – L’unico che può accendere la luce là davanti, in un reparto che paga l’astinenza da goal. Ma cerca di farlo solo attraverso i suoi strappi proverbiali: troppo poco.
 

LE STATISTICHE
•    Con la rete di Antonin Barak il Verona è a quota 1000 reti in Serie A (incluse le partite a tavolino), cifra superata già da 18 squadre prima dei gialloblù.
•    Tre assist per Federico Dimarco, che non ne ha mai fatti di più in una singola stagione di Serie A.
•    Il Parma non vince da 13 partite in Serie A: si allunga la striscia record negativa dei gialloblù.
•    Tutti gli ultimi nove gol del Parma in Serie A sono arrivati in trasferta.
•    Il Parma è tornato a segnare dopo una serie di tre partite senza reti in Serie A.
•    Il Parma subisce gol da 18 trasferte, serie più lunga in esterna da marzo 2010.
•    Il Parma ha subito 10 gol di testa in questo campionato, più di ogni altra squadra in Serie A.
•    Il Parma ha subito almeno due gol in 16 partite in questo campionato - nessuna squadra dei maggiori cinque campionati europei ha fatto peggio in stagione.
•    Tutti gli ultimi tre gol del Parma sono stati segnati da Juraj Kucka.
•    Entrambi i gol del Verona su sviluppo di corner in questo campionato portano la firma di Antonin Barak.
•    Dopo tre sconfitte e un pareggio, il Verona ha vinto tutte le ultime tre partite casalinghe in Serie A.
•    Gervinho ha giocato stasera la sua partita numero 150 in Serie A.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments