Udinese, Danilo ci ricasca: litigio con Pradè e addio scontato

Il brasiliano non ha gradito l’esclusione dall’ennesima amichevole ed è sbottato

Udinese, Danilo ci ricasca: litigio con Pradè e addio scontato

Animi tesi all'Udinese dove è scoppiato il caso Danilo. Il 34enne centrale, capitano dei friulani, ha avuto un duro litigio con Pradè, responsabile dell’area tecnica dei friulani, che lo ha rispedito ad Udine ad allenarsi con tutti gli altri calciatori esclusi dal progetto tecnico bianconero. Il faccia a faccia dai toni pesanti è stato scaturito dall’ennesima esclusione di Danilo dall’amichevole contro il Leicester da parte del tecnico Velazquez.

Danilo non ha gradito la seconda panchina di fila in un match pre-stagionale ed è sbottato con Pradè che ha deciso di multarlo ed escluderlo dal ritiro: la cessione del brasiliano è ormai scontata ed aspettarlo c’è il Frosinone, pronto a garantirgli un biennale a buone cifre.

Da sette anni in forza all’Udinese, Danilo già in altre occasioni aveva messo in mostra il suo carattere a dir poco fumantino. In particolare nel 2016, in un momento difficile della squadra ai tempi allenata da Colantuono, il difensore aveva avuto il coraggio di rispondere alle contestazioni della curva bianconera esponendo il dito medio. Inevitabili le polemiche con i supporters friulani infuriati: Danilo fu costretto a lasciare lo stadio scortato dalla polizia.

Pochi mesi dopo Danilo è stato protagonista di un nuovo spiacevole episodio, questa volta in allenamento con i compagni. L’ex Palmeiras è intervenuto duramente prima su Alì Adnan, poi su Peñaranda e infine su Lodi: rissa scontata e sedata poi dall’intervento dell’allenatore dell’epoca Delneri a dir poco infastidito da quanto aveva visto.

TAGS:
Udinese
Danilo
Pradè

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X