Serie B: Salernitana ko a Venezia, Crotone fermato sul pari. Il Perugia vince a Livorno

Un gol di Domizzi manda al tappeto i granata, il Carpi conquista un punto allo Scida. Diamanti non basta agli amaranto

  • A
  • A
  • A

La serie positiva della Salernitana si ferma dopo sei risultati utili consecutivi: nell'11ª giornata di Serie B i granata cadono 1-0 sul campo del Venezia per un gol di Domizzi al 31' su errore di Micai. Il Crotone si deve accontentare di un punto allo Scida nella sfida con il Carpi: nel primo tempo Molina (23') illude i padroni di casa, nella ripresa Concas (74') firma il gol dell'1-1. In serata Diamanti non basta al Livorno: il Perugia vince 3-2.

VENEZIA-SALERNITANA 1-0 La lunga rincorsa della Salernitana verso la vetta si arresta sul campo del Venezia: i granata cadono dopo sei risultati utili consecutivi regalando conferme ai lagunari che sembrano oramai aver trovato la giusta quadratura. La Salernitana si rende pericolosa in avvio con il solito Bocalon, Di Gennaro al quarto d'ora vede respingersi la conclusione dalla traversa, poi al 31' arriva l'episodio che cambia le sorti del match: su un calcio d'angolo Micai pasticcia con il pallone e regala a Domizzi il più facile degli appoggi in porta da due passi per il vantaggio del Venezia. La squadra di Zenga da quel momento in poi rischia pochissimo, riesce a chiudere bene gli spazi alla formazione ospite e lo spettacolo in campo ne risente non poco. La Salernitana si ferma e adesso è distante quattro punti dal Palermo primo in classifica, il Venezia raccoglie la seconda vittoria in due partite volando a quota 12.

CROTONE-CARPI 1-1 Non può sorridere Oddo, per la prima volta seduto sulla panchina del Crotone, che allo Scida trova solo un punto contro un Carpi in crisi di risultati e in piena zona retrocessione. Sono gli ospiti ad andare più vicini al vantaggio in avvio, chiamando in causa Cordaz costringendolo a un'uscita provvidenziale su Arrighini. Barberis suona la carica per gli Squali con un colpo di testa che impegna Colombi, poi ci pensa Molina a trovare il guizzo giusto su un cross di Martella per il vantaggio del Crotone al 21'. È lo stesso attaccante ad andare vicino al raddoppio pochi giri di lancette dopo, con Colombi ancora costretto agli straordinari. In avvio di ripresa Firenze non trova lo specchio della porta su assist di Rohden, il Carpi inizia a svegliarsi ma sbanda ancora su una conclusione da distanza ravvicinata di Budimir. In una partita dai ritmi sempre più bassi Mokulu trova la verticale giusta per lanciare Concas che, da solo di fronte a Cordaz, non sbaglia e firma il pari al 72'. Nel finale il Crotone va vicino al nuovo vantaggio con Spinelli, ma Colombi si fa trovare pronto. Passato il novantesimo scoppia una rissa in campo e a farne le spese sono Cordaz e Mokulu che vengono espulsi dall'arbitro. Dopo un recupero infinito arriva il triplice fischio finale, il Carpi porta via un punto dallo Scida.

LIVORNO-PERUGIA 2-3
Posticipo dalle forti emozioni al ‘Picchi'. Parte forte il Perugia, che la sblocca con Melchiorri, dopo che l'attaccante aveva già impegnato Mazzoni in precedenza. Gli umbri sembrano poter controllare agevolmente la gara, ma scende in campo la classe di Alessandro Diamanti, che in otto minuti, tra il 32' e il 40', su azione e su rigore ribalta la partita. In avvio di ripresa, ancora protagonista Melchiorri, che serve a Verre l'assist del pareggio. Match equilibrato, Diamanti sfiora addirittura la tripletta ma stavolta la sua mira non è precisa. Poi, il fallo di mano di Dainelli, per il rigore trasformato da Vido per la controrimonta perugina. Il Livorno resta poco dopo anche in dieci per la follia del portiere Mazzoni che si fa ammonire per la seconda volta per proteste, ma ci prova fino all'ultimo, con il solito Diamanti a suonare la carica. Il Perugia non sfrutta gli enormi spazi per chiudere la gara, ma alla fine centra tre punti preziosissimi. Per Lucarelli e il Livorno, invece, è notte fonda.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments