SERIE B

Serie B: il Perugia ferma il Pisa, il Lecce si porta a -1

I nerazzurri non vanno oltre l'1-1 in casa, con Lucca che sbaglia un rigore. I salentini passano 3-1 in casa della Spal, ok Ascoli, Benevento e Monza

  • A
  • A
  • A

Nella quindicesima giornata di Serie B, il Pisa non va oltre l'1-1 col Perugia, con Lucca che sbaglia un rigore nel finale. Ne approfittano le inseguitrici: il Lecce passa 3-1 in casa della Spal e si porta a -1, mentre a quota 25 salgono Ascoli, Benevento e Monza, che battono rispettivamente Reggina (2-1), Vicenza (3-2) e Cosenza (4-1). Finisce 1-1 tra Cremonese e Frosinone, prima vittoria per il Pordenone: 2-0 all'Alessandria.

PISA – PERUGIA 1-1
Il Pisa non trova il successo contro il Perugia e rimanda la possibile fuga in testa alla Serie B, con un 1-1 che non permette di mettere distanza sulle avversarie. Gli umbri partono fortissimo e vanno vicini al vantaggio in due occasioni, ma prima Sibilli calcia a lato da due passi sulla respinta corta di Nicolas e poi De Luca incorna centralmente, trovando la risposta del portiere. I padroni di casa resistono e sbloccano il punteggio all’11’: Marsura avanza sulla sinistra, rientra sul destro e disegna la traiettoria a giro che si infila all’angolino. La partita sembra destinata a rimanere sui binari dell’1-0, ma viene scossa da un episodio: al 70’ il nuovo entrato Gucher sgambetta Sgarbi in area di rigore. Con l’aiuto del Var, l’arbitro assegna il penalty. Dal dischetto De Luca calcia potente sotto la traversa e firma l’1-1. Il Pisa si riversa in attacco e al 79’ Zanandrea trattiene Lucca a pochi passi dalla porta: rigore e rosso per il difensore. Lo stesso bomber va sul dischetto, ma Chichizola intuisce e respinge. Nel finale De Luca cerca il colpaccio, Chichizola ribatte su Gucher. L’1-1 resiste fino alla fine del recupero, il Pisa resta primo (almeno per 24 ore) ma con due punti sul Brescia, impegnato domani con il Parma. Il Perugia si porta a 22 punti.

SPAL-LECCE 1-3
Il Lecce approfitta al meglio del pareggio del Pisa e batte 3-1 la Spal portandosi a -1 dai nerazzurri. Salentini avanti al 23' al Mazza: Gargiulo si fionda sulla respinta nata dalla parata di Pomini e insacca da pochi passi, punendo i ferraresi che perdono palla a centrocampo con Esposito. I padroni di casa, però, trovano l'1-1 prima dell'intervallo: Seck parte palla al piede e serve in area Colombo, che con il sinistro ringrazia e rimette tutto in discussione. Baroni, però, la vince nella ripresa grazie al grande ex Strefezza, che con una doppietta tra il 51' (grande destro all'incrocio) e il 77' (conclusione sul primo palo), regala il 3-1 ai giallorossi, ora vicinissimi alla testa della classifica. La Spal resta invece a 17 punti.

MONZA-COSENZA 4-1
Successo fondamentale per il Monza, che domina e travolge 4-1 il Cosenza. I brianzoli la sbloccano già all'11': D'Alessandro crossa dalla sinistra e mette al centro per Colpani, che di testa insacca. Due minuti dopo, è già 2-0: Mota entra in area e con un terrificante destro batte Vigorito con l'aiuto della traversa. Il tris arriva al 22' grazie ancora al portoghese, che dopo uno slalom in area segna di destro e firma la sua doppietta personale. Il gol al 69' dei Lupi firmato da Carraro è pura illusione: al 94', gli uomini di Stroppa calano il poker con Gytkjaer e si assicurano tre punti fondamentali per avvicinarsi alla zona promozione diretta.

VICENZA-BENEVENTO 2-3
Successo preziosissimo del Benevento, che al 95' passa al Menti in casa del Vicenza, beffato all'ultimo respiro. I campani si portano in vantaggio al 28' grazie allo strepitoso sinistro di Insigne, che dal limite trova l'incrocio dei pali e firma l'1-0 in favore degli uomini di Caserta. Il rigore di Lapadula al 56' sembra chiudere i giochi, ma tra il 77' e l'86' si concretizza la rimonta dei padroni di casa firmata dal sinistro di Crecco e dall'incornata di Dalmonte. Al 95', però, Barba impatta di testa su calcio d'angolo e firma il 3-2 che fa impazzire il Benevento, ora a quota 25 insieme ad Ascoli e Monza.

REGGINA-ASCOLI 1-2
Colpo esterno dell'Ascoli, che si impone per 2-1 sul campo della Reggina. Al Granillo, lo 0-0 dura appena 2 minuti, poi Sabiri ci prova da posizione distante e angolata e sorprende Turati, che si fa battere sul suo palo. Al 34', però, Baschirotto tocca con il braccio sul colpo di testa di Rivas e causa il rigore del pareggio, realizzato da Montalto. La sfida si decide allora al 55': sinistro dalla distanza di Buchel con deviazione volontaria e vincente di Sabiri, che mette fuori causa Turati e sigla la sua doppietta. Forcing finale inutile per la Reggina, al terzo ko di fila e ferma a quota 22. I bianconeri, invece, staccano proprio gli amaranto, si portano a 25 punti e superano il Frosinone, tenendo il passo di Benevento e Monza.

PORDENONE-ALESSANDRIA 2-0
Arriva alla quindicesima giornata la prima vittoria in Serie B per il Pordenone, che batte 2-0 l'Alessandria e aggancia il Vicenza a quota 7. A regalare l'1-0 ai ramarri è Pinato, che al 15' sfrutta lo splendido filtrante di Pasa e con il destro batte Pisseri con una conclusione sporca, ma vincente. Il raddoppio arriva all'ora di gioco: Butic serve Folorunsho, che entra in area dopo aver superato Di Gennaro e insacca il gol del 2-0. Il Pordenone vince e sale così a quota 7 raggiungendo al penultimo posto il Vicenza, ma la zona playout, occupata proprio dall'Alessandria di Longo e dal Cosenza, dista sette lunghezze.

CREMONESE – FROSINONE 1-1
Pareggio per 1-1 tra Cremonese e Frosinone, che si prendono un punto a testa in una sfida da piena zona playoff. Primo tempo frizzante e ricco di opportunità da una parte e dall’altra. I lombardi sfiorano il gol con Ciofani in apertura, ma Gatti salva sulla linea dopo l’intervento di Ravaglia, i ciociari ci provano con Tribuzzi, alto. È soprattutto la squadra di casa a creare occasioni: Ravaglia salva su Ciofani, Fagioli si divora un contropiede solo davanti al portiere avversario e Strizzolo non trova la deviazione vincente a due passi dalla porta sugli sviluppi di un calcio piazzato. Lo 0-0 con cui si va all’intervallo è una benedizione per gli ospiti, poco attenti in chiusura. Il gol arriva comunque in avvio di ripresa, quando Ciofani svetta di testa sugli sviluppi di corner e infila l’1-0 al 55’. Il vantaggio della Cremonese però dura appena 3 minuti, il tempo necessario per Charpentier di pareggiare mandando in rete una sponda di testa di Gatti su cross dalla destra. L’ultima mezz’ora riserva poche emozioni e conferma l’1-1: Cremonese a quota 24 punti, Frosinone a 23.

RISULTATI E CLASSIFICHE

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti