SERIE B

Serie B, il Brescia aggancia il Frosinone al 90’

Le Rondinelle, in vantaggio con Bertagnoli, subiscono la rimonta con Zampano e Canotto ma pareggiano 2-2 allo scadere con Moreo

  • A
  • A
  • A

Il Brescia agguanta il pareggio all’ultimo respiro nell’anticipo della quinta giornata di Serie B. Le Rondinelle mantengono la loro imbattibilità con il 2-2 sul campo del Frosinone, che era riuscito a rimontare l’iniziale vantaggio di Bertagnoli con Zampano e Canotto. Al 90’ però la rete di Moreo, su un’uscita sbagliata di Ravaglia, regala il pari ai lombardi e permette loro di passare un’altra notte in seconda posizione.

Getty Images

Pareggio con polemica per il Brescia, che raggiunge il Frosinone 2-2 al 90’ e recrimina nel recupero per un intervento dubbio nell’area di rigore ciociara. Seguendo la filosofia degli allenatori Inzaghi e Grosso, al Benito Stirpe le due squadre si affrontano a viso aperto fin da subito, a beneficio dello spettacolo. Le Rondinelle sbloccano il risultato dopo appena 11 minuti, quando Leris riceve sulla destra e mette in area un traversone basso, preciso, che premia l’inserimento di Bertagnoli: per il centrocampista è facile appoggiare in rete da due passi. I ciociari reagiscono subito con il colpo di testa di Rohden centrale e prendono il controllo della partita, sfiorando il pari con il taglio di Boloca, su cui Joronen è provvidenziale in uscita. Alla mezz’ora sale in cattedra Zampano, che sfodera un grandissimo gol con un destro al volo da fuori area: il Var annulla per fuorigioco attivo di Gatti, sulla traiettoria del pallone. Passano cinque minuti e lo stesso Zampano replica, stavolta regolarmente, trasformando da distanza ravvicinata l’assist dalla destra di Canotto. Il Frosinone ribalta il match prima dell’intervallo, con il gol di Canotto dopo due respinte di Joronen, rimasto a terra per l’impatto con il pallone prima dell’ultimo tiro vincente dell’attaccante avversario. Gli uomini di Grosso vanno quindi negli spogliatoi avanti 2-1.

I ritmi spumeggianti proseguono nella ripresa. Il Frosinone cerca di raddoppiare il vantaggio con l’inserimento del nuovo entrato Tribuzzi, a cui si oppone in uscita Joronen. I lombardi si rendono pericolosi in un paio di occasioni con Palacio, a cui sembra mancare il mordente giusto per sfondare la rete. La prima grande chance per il pareggio arriva a un quarto d’ora dalla fine, quando Bajic manda fuori il suo diagonale solo davanti al portiere. Nel finale Joronen si oppone con i pugni a Tribuzzi e tiene vive le speranze del Brescia, che al 90’ agguanta il pareggio con le unghie e la caparbietà di Moreo, il quale anticipa un’uscita a vuoto di Ravaglia, si rialza in tempo e appoggia in rete il pallone del 2-2. La partita finisce tra le polemiche per l’intervento di Ricci su Moreo nell’area del Frosinone: Dionisi ci pensa ma non fischia, scatenando l’ira di Inzaghi e degli ospiti. È l’ultima emozione del match, che termina 2-2 e permette al Brescia di passare un’altra notte in seconda posizione in Serie B, a quota 11. Il Frosinone dal canto sale a 9 e rimane nella zona alta della classifica. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments