Serie B: Cremonese in alta quota, il Foggia rimonta col cuore

I lombardi battono 2-0 il Cosenza, 2-1 dei pugliesi sul Padova e in classifica ora la penalizzazione è quasi annullata

  • A
  • A
  • A

Quinta giornata di Serie B e la Cremonese si conferma in zona play off battendo 2-0 il Cosenza: allo Zini, la formazione di Mandorlini lascia l'iniziativa agli avversari in avvio ma colpisce al 30' con un missile di Mogos e con un colpo di testa del brasiliano Paulinho (55'). Foggia-Padova finisce 2-1: ospiti avanti con Mazzocco (8'), poi Kragl (62') e Cicerelli (85') la ribaltano e i pugliesi in classifica ora sono a -2.

Allo stadio Zaccheria i pugliesi, reduci da tre sconfitte di fila, si presentano con un tridente formato da Galano, Mazzeo e Deli, con Kragl a supporto. Di contro un Padova con Bonazzoli, Sarno e Capello col compito di far male in fase offensiva. La rete che sblocca la partita a favore degli ospiti arriva al minuto numero 8: splendido cross dalla corsia sinistra di Contessa che trova sul secondo palo la testa di Mazzocco, bravo ad incrociare per firmare il suo primo gol all'esordio in Serie B. Il Foggia reagisce e trova il pari con Mazzeo ma l'arbitro annulla per fuorigioco. Ci prova anche Kragl con una girata al volo e poi di testa, ma il portiere Merelli è sempre miracoloso. Padova vivo con una punizione indiretta in area che Sarno però si fa respingere. Al 58' altro gol annullato al Foggia: punizione di Kragl e deviazione vincente di Camporese, pescato però in posizione irregolare. Quello buono arriva al 62' e lo firma lo stesso Kragl con una punizione di sinistro dalla distanza, ma è grave l'errore del portiere Merelli che si lascia sfuggire il pallone ormai al sicuro: 1-1. Al 66' altra occasione per Mazzeo ma stavolta Merelli è miracoloso. Il gol che ribalta la situazione arriva al minuto 85 e lo firma Cicerelli con un destro violento da fuori area che fa esplodere di gioia lo stadio Zaccheria: tre punti fondamentali per i pugliesi sempre ultimi in classifica ma ora a quota -2 e con la penalizzazione quasi del tutto annullata.

Meglio il Cosenza in avvio: calabresi intraprendenti, padroni di casa remissivi. Col passare dei minuti la Cremonese prende campo, ma i portieri restano inoperosi. Al 30' i grigiorossi passano in vantaggio con un gran destro in corsa di Mogos, che fa venti metri palla al piede e scarica un destro imprendibile alla destra di Saracco. Al 34' Garritano ha la palla del pareggio ma calcia alto. Al 40' Radunovic non trattiene un pallone innocuo, e da due passi Maniero non riesce a ribadire in rete. Come nel primo tempo, l'inizio di frazione è favorevole al Cosenza che chiede almeno due rigori, ma al 55' arriva il raddoppio grigiorosso: bella azione di Emmers sulla destra, cross per Paulinho che di testa non lascia scampo a Cerofolini. Il Cosenza prova a pungere, ma la Cremonese mette la museruola al match e non corre più rischi, salendo a quota 9 in classifica.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments