QUI ROMA

Roma, Mourinho dal pullman esplode di gioia: "Grandi ragazzi, grandi p..."

Lo Special One ha documentato tutto su Instagram. Mancini: "Noi più forti dell'Inter"

  • A
  • A
  • A

Dove ha visto la partita Josè Mourinho, che era squalificato? Dalla tv sul pullman della Roma, come lui stesso documentato nelle storie su Instagram, dove mostra la sua particolare 'location' dove ha guardato, insieme a due suoi collaboratori, la gara accompagnate da una serie di commenti nel corso di alcune azioni: "Grandi ragazzi, grandi palle". Al termine è esploso di gioia con due membri dello staff giallorosso.

"Dopo la partita persa con l'Atalanta, facendo la partita migliore della stagione, siamo venuti qui a giocarcela. Oggi ci sentivamo più forti anche dopo il gol, siamo rimasti compatti e uniti soffrendo contro una grande squadra come l'Inter", ha detto Gianluca Mancini analizzando il successo giallorosso a San Siro contro l'Inter. "All'inizio non siamo andati a prenderli alti, ma non l'avevamo preparata così. Infatti dalla panchina ci richiamavano, poi dopo il gol siamo stati più aggressivi, è un nostro limite su cui dobbiamo migliorare". Sulla formazione senza attaccanti: "Abbiamo lavorato insieme solo venerdì, ma il mister l'aveva nascosta anche a noi - ha proseguito il difensore della Roma Abbiamo un parco attaccanti fortissimo e sappiamo che chiunque gioca può fare bene. Quando vuoi raggiungere certi obiettivi devi avere una rosa pronta a dare il massimo sempre".

A realizzare il gol vittoria della Roma è stato Smalling: "Sono molto felice per la vittoria, questa partita era troppo importante e dobbiamo continuare così perché giovedì ne abbiamo un'altra. Tutti hanno corso e lottato fino all'ultimo minuto con grande spirito di squadra - ha aggiunto il centrale inglese a Dazn - Tutta la squadra è molto forte perché abbiamo grandi obiettivi da raggiungere. Io spero di continuare a fare altri gol".

In mixed zone Mourinho si è fermato a parlare con Romelu Lukaku e ha abbracciato il vicepresidente dell'Inter Javier Zanetti.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti