Florenzi: "Festa con Garcia? L'abbraccio era stato deciso prima"

Nainggolan: "I tifosi fischiano? Oggi saranno contenti come noi"

  • A
  • A
  • A

Lo spogliatoio della Roma non è mai stato spaccato e la vittoria contro il Genoa ha allantonato la crisi. Florenzi dopo il gol è andato ad abbracciare Rudi Garcia: "Avevamo deciso che chiunque avesse segnato avremmo abbracciato il mister. Non dobbiamo noi confermare il tecnico, non è il nostro mestiere". Nainggolan, invece, ha commentato i fischi dei tifosi: "Oggi saranno contenti come noi...".

Il belga a Premium Sport a caldo dopo il 2-0 al Genoa: "Sicuramente è un periodo difficile perché fischiano tanto ma oggi è al dimostrazione che lottiamo tutti per lo stesso obiettivo. Spero che il mister sia contento. I fischi dopo l'abbraccio della squadra a Garcia? Anche prima della partita ci fischiavano, io penso che oggi loro sono contenti quanto noi. Adesso spero che potremmo ripartire tutti uniti dopo la sosta per continuare la nostra marcia".

Florenzi a Premium Sport: "Non dobbiamo noi confermare il tecnico, non è il nostro mestiere. Ci avevamo pensato già prima all'esultanza: chiunque avesse segnato, saremmo andati tutti ad abbracciare il mister. Si vince tutti assieme, mister compreso. Oggi avevamo poche gambe ma tanta anima: abbiamo lottato su ogni pallone e quando si fa così le vittorie, anche se sofferte, arrivano. I fischi? Preferisco ricordare quelli che hanno cominciato a cantare, poco prima del mio gol: i nostri tifosi sono la nostra arma in più, spero che con il nuovo anno ne arrivino di più. Dobbiamo anche essere noi a portarli. La curva della Roma e quella della Lazio devono tornare. Le parole di Zeman? Può dire e fare quello che vuole: io devo solo ringraziarlo per quello che ha fatto per me. Le dichiarazioni vanno rispettate, poi si possono condividere o non condividere".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments