NAZIONALE

Mancio, addio dopo il mondiale: si va verso l'ipotesi Cannavaro

Il contratto dell'attuale commissario tecnico scade nel 2022, così come quello dell'ex difensore napoletano con i cinesi del Guangzhou

  • A
  • A
  • A

Roberto Mancini l'ha detto chiaramente a Tiki Taka: "In Nazionale si giocano poche partite e a volte uno si stanca di stare a casa. Questo è il problema. È un grandissimo onore sedere sulla panchina della Nazionale italiana. Poi sicuramente sì, tornerò in un club". Il suo accordo scade dopo il mondiale 2022 ma, come ha ribadito il ct: "I contratti sono lì, ma si possono rompere o allungare in qualsiasi momento".

Sul fatto di allungarli, il presidente federale Gravina ha insistito particolarmente durante la campagna per la rielezione al vertice della FIGC (si voterà il prossimo 22 febbraio e Gravina sembra quasi certo della rielezione), poi non ne ha più parlato pubblicamente. I rapporti tra lui e il ct, in ogni caso, si sono stabilizzati dopo le voci di un contatto tra il presidente e Marcello Lippi per il ruolo di direttore tecnico della Nazionale. Una scelta su cui Mancini non era stato interpellato. Resta il fatto, comunque, che è quasi certa la permanenza dell'attuale commissario tecnico fino a Qatar 2022.

Dopo il mondiale molto dipenderà dalla volontà di Gravina, se sarà (come sembra) rieletto, di portare avanti il progetto Lippi. In questo caso sembra certo che a sostituire Mancini sarà Fabio Cannavaro a cui, tra l'altro, scade il contratto con i cinesi del Guangzhou proprio nell'anno dei mondiali. L'alternativa è molto suggestiva e riguarda Antonio Conte. Non è un mistero che l'attuale allenatore dell'Inter vorrebbe tornare a guidare la Nazionale. Il fatto di non aver mai potuto partecipare come selezionatore a una coppa del mondo è un cruccio della sua carriera, così come la voglia manifestata negli ultimi mesi di avere più tempo libero da dedicare alla famiglia, spingono verso una soluzione di questo tipo. Soluzione che, però, è legata anche alla disponibilità di Conte verso una notevole riduzione dello stipendio. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments