CAMPIONI ETERNI

Azzurri Legends, pari show all'esordio: in Germania finisce 3-3

Autogol di Cannavaro, poi a segno Klinsmann, Toni, Totti, Tommasi e Wollscheid

  • A
  • A
  • A

Inizia con uno spettacolare 3-3 l'avventura degli Azzurri Legends. Allo 'Sportpark Ronhof' di Furth la Nazionale delle Leggende Azzurre, al suo debutto assoluto, pareggia 3-3 con la selezione tedesca Dfb All Stars in una serata ricca di gol ed emozioni davanti a oltre 6500 tifosi e sotto gli occhi del presidente federale Gabriele Gravina, seduto in tribuna insieme al segretario generale della Figc Marco Brunelli. Non sara' stata emozionante come la "Partita del Secolo"di Messico '70 o come la semifinale del Mondiale 2006, ma Germania-Italia si conferma una grande classica del calcio, una passerella per tanti fuoriclasse che con un paio di scarpini ai piedi sanno ancora incantare.

La formazione titolare è formata da undici Campioni del Mondo, nove di Germania 2006 e due, Pietro Vierchowood e Bruno Conti, di Spagna '82: in porta c'è Angelo Peruzzi, al centro della difesa Vierchowood affianca capitan Cannavaro con Zambrotta e Grosso esterni. La regia è affidata ad un altro degli 'eroi' del Mondiale tedesco, Andrea Pirlo, supportato da Gattuso, Perrotta e da un Bruno Conti sempre in grande forma. In avanti Francesco Totti agisce alle spalle di Luca Toni e proprio sull'asse Totti-Toni nasce la rimonta degli Azzurri.

In avvio è infatti la Germania a portarsi sul doppio vantaggio: al 10' Cannavaro nel tentativo di liberare infila la propria porta, poi al 19' una vecchia conoscenza del campionato italiano, Jurgen Klinsmann, firma il 2-0.  Ma l'Italia non ci sta, Totti lancia con un tocco d'esterno Toni che al 21' accorcia le distanze. L'ex capitano della Roma si mette poi in proprio e al 34' pareggia per la gioia dei tifosi italiani presenti sugli spalti. Si diverte il pubblico dello 'Sportpark Ronhof', che inizia a temere una beffa come quella vissuta nel 2006 nella semifinale di Dortmund. Nella ripresa spazio anche alle altre stelle azzurre, dal capocannoniere di Italia '90 Toto' Schillaci a 'Penna Bianca' Ravanelli, da Marco Amelia all'ex tecnico dell'Under 21 Gigi Di Biagio. A Furth si alza il coro 'Italia, Italia' e al 79' e' Damiano Tommasi a realizzare il gol del 3-2 con una bella incornata su assist di Stefano Fiore. Sembra fatta, ma in pieno recupero arriva la zampata di Wollscheid a fissare il risultato sul 3-3.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments