SASSUOLO-NAPOLI 1-2

Serie A, Sassuolo-Napoli 1-2: decisiva l'autorete di Obiang al 94'

Gli azzurri tornano a vincere dopo otto turni in campionato. Allan e l'autogol del centrocampista rispondono a Traoré

  • A
  • A
  • A

Il Napoli torna a vincere in Serie A dopo otto turni d'attesa battendo in rimonta 2-1 il Sassuolo al Mapei Stadium nell'ultimo turno del 2019. Neroverdi in vantaggio al 29' con Traoré, abile a inserirsi sul secondo palo in spaccata. Nella ripresa Allan suona la carica firmando il pareggio al 57' con un destro all'incrocio dei pali, poi Elmas all'ultimo respiro e sugli sviluppi di un corner costringe Obiang all'autogol da tre punti al 94'.

LA PARTITA

Nel calcio, come spesso nella vita, tutto torna e Rino Gattuso nella difficile serata del suo Napoli in casa del Sassuolo ha riscattato il conto con la dea bendata del pallone in un colpo solo. Dopo aver perso all'esordio con una rete incassata al 95', lo stesso Napoli gli ha regalato la prima vittoria sulla panchina in pieno recupero mettendo nel conto, tanto per gradire, anche un dispetto a De Zerbi per quel 2-2 in Benevento-Milan all'esordio da allenatore in Serie A. Curiosità e numeri buoni per le statistiche, l'unica cosa che conta davvero è che il Napoli è tornato a vincere in campionato dopo due mesi (l'ultimo successo risaliva al 19 ottobre). Soffrendo, sfiorando il tracollo più volte, ma anche legittimando la rimonta con un secondo tempo dominato al Mapei Stadium.

La fine della crisi è lontana, almeno a giudicare dal primo tempo impaurito e spaesato degli undici titolari mandati in campo da Gattuso nel suo ritrovato 4-3-3, ma le festività natalizie saranno passate con un altro sentimento con l'autorete omaggio di Obiang in pieno recupero. Su una cosa però il tecnico del Napoli può dirsi soddisfatto: la reazione del secondo tempo. Dopo il gol del pareggio di Allan con un'azione da centravanti puro al limite dell'area, c'è stata una sola squadra in campo per grinta, voglia di vincere, tecnica e occasioni. Sfruttando anche la stanchezza del Sassuolo per il turno infrasettimanale, Callejon (traversa e gol annullato), Insigne e Mertens più volte hanno sfiorato il gol della vittoria arrivato poi all'ultimo respiro nella maniera più rocambolesca.

Per un'ora di gioco, invece, il Sassuolo aveva messo in campo tutta la spavalderia del proprio gioco offensivo, dando qualità e velocità alla manovra prima e dopo il gol del classe 2000 Traoré. Non è bastato per portare a casa una vittoria importante.

__

LE PAGELLE

Allan 7 - Trascina i compagni con grinta e tecnica, suonando la carica. Il primo gol stagionale è un misto di tutto questo con un destro all'incrocio dei pali dopo il velo di Milik che ha risvegliato la squadra.

Fabian 5 - Male, poco ispirato e poco presente sul campo. Prova a disegnare qualche trama preziosa, ma il poco movimento dei compagni e l'imprecisione non lo aiutano. Esce arrabbiato più con se stesso che con l'allenatore.

Mario Rui 5 - Salva sulla linea dopo pochi minuti, poi marca male in occasione del gol del Sassuolo. Anche nella ripresa copre male in un paio di situazioni pericolose.

Meret 6,5 - Tiene a galla il Napoli nel primo tempo complicato con due interventi sopra le righe. Non si intende con Mario Rui in occasione del gol subito e si fa beffare da pochi passi.

Traoré 7 - Personalità da vendere e tecnica importante. Sblocca il match con un ottimo inserimento sul secondo palo, poi sfiora il bis in più di una occasione. Sulla trequarti sa farsi rispettare.

Locatelli 6,5 - Un'ora ad alto livello in mezzo al campo per qualità delle giocate e fisicità. Poi nel secondo tempo va in difficoltà.

--

IL TABELLINO

SASSUOLO-NAPOLI 1-2
Sassuolo (4-2-3-1):
Pegolo 7; Muldur 6,5, Marlon 6 (6' st Romagna 5,5), Peluso 6, Kyriakopoulos 6; Locatelli 6,5, Obiang 6,5; Duncan 6 (18' st Djuricic 6), Traoré 7, Boga 5,5 (38' st Magnanelli sv); Caputo 6. A disp.: Turati, Ferrari, Rogerio, Tripaldelli, Bourabia, Mazzitelli, Raspadori, Magnanelli. All.: De Zerbi 6,5.
Napoli (4-3-3): Meret 6,5; Di Lorenzo 6, Manolas 6, Luperto 5,5 (1' st Hysaj 6), Mario Rui 5; Fabian Ruiz 5 (24' st Elmas 7), Allan 7, Zielinski 6; Callejon 6, Milik 6 (31' st Mertens), Insigne 5,5. A disp.: Ospina, Daniele, Younes, Gaetano, Llorente, Leandrinho, Lozano. All.: Gattuso 5,5.
Arbitro: Chiffi
Marcatori: 29' Traoré (S), 12' st Allan (N), 49' st aut. Obiang (S)
Ammoniti: Traoré, Locatelli (S); Mario Rui, Elmas (N)
Espulsi: nessuno
--

LE STATISTICHE

•    L’ultima volta che il Napoli sotto di un gol ha poi vinto un match in Serie A è stata contro la Fiorentina lo scorso agosto.
•    Il Napoli ha ritrovato la vittoria, dopo aver raccolto soltanto cinque punti (3P) nelle otto partite precedenti di campionato.
•    Il Sassuolo ha trovato il gol in tutte le ultime otto partite casalinghe di Serie A: l’ultima volta che gli emiliani avevano fatto meglio in casa per più incontri di fila con almeno una rete all'attivo in campionato era stata nel gennaio 2016 (11 in quel caso). 
•    Il Sassuolo ha perso cinque delle ultime sette partite di Serie A giocate al Mapei Stadium (1V, 1N): tante sconfitte quante nelle precedenti 27 casalinghe.
•    Lorenzo Insigne ha raggiunto Ciro Ferrara al 6° posto nella classifica di presenze (322) all time del Napoli in tutte le competizioni.
•    Terzo gol per Traore in questo campionato; il centrocampista del Sassuolo ha già superato il suo record di marcature realizzate in una singola stagione di Serie A (due reti in 32 presenze lo scorso anno con l'Empoli).
•    Dopo Dejan Kulusevski, Traore è il giocatore più giovane ad aver segnato almeno tre reti in questo campionato.
•    Traore è uno dei due giocatori, nati dopo il 1/1/2000, dei cinque maggiori campionato europei ad aver preso parte ad almeno quattro gol in ciascuno degli ultimi due tornei, assieme a Jadon Sancho.
•    Allan ha trovato il suo primo gol stagionale alla partita numero 250 in Serie A.
•    Allan è uno dei cinque centrocampisti ad avere sia segnato che fornito almeno un assist in ciascuno degli ultimi sei campionati di Serie A.
•    Zielinski ha messo lo zampino in due delle ultime tre partite giocate in campionato: tante volte quante nelle 20 precedenti in Serie A.
•    L’autorete di Obiang è il gol più tardivo segnato dal Napoli in Serie A da quello di Insigne contro il Cagliari lo scorso maggio.
•    Soltanto Osasuna e Manchester City (entrambe 14) hanno colpito più legni del Napoli (12) nei cinque maggiori campionati europei.
__

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments