MILAN-PARMA 2-2

Serie A: Milan-Parma 2-2, Theo Hernandez salva i rossoneri al 91'

Per i ducali a segno Hernani e Kurtic, una doppietta del francese evita la sconfitta. Tre legni per Calhanoglu, uno per Diaz

di
  • A
  • A
  • A

Nel posticipo dell'11a giornata di Serie A, il Milan pareggia in rimonta 2-2 in casa contro il Parma e si porta a +3 sull'Inter. Ducali subito avanti con Hernani (13'), poi la reazione dei rossoneri sbatte contro i legni: traversa di Diaz e incrocio dei pali di Calhanoglu, entrambi al 40', e palo del turco su punizione al 46'. Il fantasista colpisce un'altra traversa al 51', cinque minuti dopo il Parma raddoppia con un colpo di testa di Kurtic (56'). Una doppietta di Hernandez (58' e 91') evita il primo ko a Pioli.

LA PARTITA
In una notte che per quasi un'ora sembrava stregata, il Milan riesce a mantenere l'imbattibilità che in campionato dura da 23 partite (12 della passata stagione e 11 dell'attuale) e porta a casa un punto senza dubbio fondamentale per consapevolezza e autostima, anche se le inseguitrici Inter, Napoli e Juventus rosicchiano un paio di importanti punti in ottica scudetto. Se contro il Verona era stato Ibra a evitare la sconfitta beffa, stasera l'uomo della Provvidenza si chiama Theo Hernandez, che ha dimostrato anche ai più scettici di essere forse il migliore terzino sinistro al mondo in questo momento. Il francese ha raddrizzato una gara nata sotto i più cattivi auspici, dopo che Gabbia, già sostituto dell'infortunato Kjaer, è stato costretto ad alzare bandiera bianca dopo 5' a causa di un trauma contusivo al ginocchio sinistro. Al suo posto Pioli regala il debutto in Serie A a Kalulu, che però non riesce ad arginare Gervinho alla prima giocata: l'ivoriano pesca Hernani per l'1-0 al 13'. 

A questo punto i ducali pensano solo a difendersi, i padroni di casa si vedono annullare un gol di Castillejo per un fuorigioco millemetrico e nel finale di tempo collezionano un legno dopo l'altro: nella stessa azione il destro di Brahim Diaz si stampa sulla traversa e quello di Calhanoglu sull'incrocio dei pali. Lo stesso fuoriclasse turco colpisce su punizione il palo esterno al 46'. Pioli lascia negli spogliatoi Diaz e Castillejo, più per questioni tattiche che di merito, e inserisce Hauge e Leao. La ripresa si apre con la traversa (la terza) di Calha e quando dopo 5' Kurtic fa secco Donnarumma nella seconda azione degna di nota degli emiliani, ecco che lo spettro del primo ko in campionato dall'8 marzo si fa sempre più ingombrante su San Siro.

La fortuna, a questo punto, comincia a girare, perché Hernandez di testa riapre il match dopo soli 2'. Il Diavolo spinge, perde anche Bennacer per un problema muscolare, Sepe dice no a Calhanoglu ma nulla può al 91', quando è bravo a respingere di piede su Rebic e può solo veder sfilare la rasoiata di sinistro di Theo. Un gol che lascia l'amaro in bocca al Parma, al secondo 2-2 stagionale subito in rimonta a San Siro dopo quello con l'Inter, ma che rende parziale giustizia per quanto visto in campo. 

LE PAGELLE
Theo Hernandez 8
- Insieme a Calhanoglu è l'emblema di questo Milan che lotta sempre e non molla mai. Dopo un primo tempo con pochi spunti, nella ripresa mette il motorino. Riapre il match con un colpo di testa da attaccante vero, evita la sconfitta con la solita rasoiota di sinistro.
Calhanoglu 7,5 - Se la Dea Bendata non gli avesse girato le spalle (vedasi i tre legni colpiti), staremmo a parlare di una serata da raccontare ai nipotini. Suo l'assist per Theo in occasione del gol che ridà speranza, dai suoi piedi partono sempre le azioni migliori.
Hauge 5 - Dopo le ultime positive apparizioni, Pioli lo lancia nella mischia a inizio ripresa, ma questa volta il norvegese delude. Timido nelle iniziative, non costruisce nulla degno di nota.

Hernani 7 - Il migliore dei suoi, grazie al gol che sblocca la gara e all'assist per il 2-0 di Kurtic. Quando il Milan pareggia il brasiliano si è già arreso alla fatica. Mezzo punto in meno per essersi perso Hernandez sull'1-2.
Kurtic 6,5 - Costretto a fare una gara prettamente difensiva, si fa trovare pronto sul bel cross di Hernani e il suo colpo di testa sembra mettere in ginocchio il Diavolo. Purtroppo per il Parma, Hernandez aveva altri progetti.
Inglese 5 - Liverani lo getta nella mischia nella ripresa al posto dello spento Cornelius, una mossa che non paga. Fatica a far salire la squadra e perde diversi duelli con la retroguardia rossonera.

IL TABELLINO
MILAN-PARMA 2-2

Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma 6; Calabria 6, Gabbia sv (5' Kalulu 5,5), Romagnoli 6, Theo Hernandez 8; Kessie 5,5, Bennacer 6 (30' st Tonali 6), Castillejo 6 (1' st Leao 5,5), Brahim Diaz 6 (1' st Hauge 5), Calhanoglu 7,5, Rebic 6. A disp.: A. Donnarumma, Tatarusanu, Conti, Dalot, Duarte, Krunic, Colombo, Maldini. All: Pioli 6
Parma (4-3-3): Sepe 6; Iacoponi 6, Osorio 5,5, Bruno Alves 6, Gagliolo 5,5; Hernani 7 (42' st Busi sv), Brugman 6, Kurtic 6,5 (29' st Sohm 6); Karamoh 5 (22' st Cyprien 5,5), Cornelius 5 (22' st Inglese 5), Gervinho 6,5. A disp.: Colombi, Pezzella, Balogh, Scozzarella, Valenti, Brunetta, Camara, Nicolussi Caviglia. All.: Liverani 6
Arbitro: Fourneau
Marcatori: 13' Hernani (P), 11' st Kurtic (P), 13' st e 46' st Theo Hernandez (M,
Ammoniti: Theo Hernandez (M), Osorio (P), Iacoponi (P), Inglese (P), Calabria (M), Kalulu (M)
Espulsi:
Note:

LE STATISTICHE
Il Milan è rimasto imbattuto in tutte le prime 11 partite stagionali di Serie A per la prima volta dal 2003/04.
Il Milan è rimasto imbattuto per 12 partite interne consecutive in Serie A per la prima volta dal 2013.
Dopo la sconfitta dell’Atletico Madrid sabato, il Milan è rimasta l’unica squadra imbattuta nei maggiori cinque campionati europei dalla ripresa dei campionato lo scorso maggio.
Il Milan ha colpito tre legni in una singola frazione di Serie A per la prima volta da quando Opta raccoglie questo dato (2004/05).
Nessuna squadra ha colpito più legni del Milan (11) in questo campionato.
Il Parma ha trovato due gol con gli unici due tiri nello specchio tentati contro il Milan.
Quello di Hernani al 13º è stato il gol più veloce del Parma contro il Milan in Serie A dalla rete di Antonio Cassano nel marzo 2014 (dopo 9').
Hernani ha sia segnato che servito assist nello stesso match per la prima volta in Serie A - tutti i suoi tre gol nella competizione sono arrivati in trasferta.
Theo Hernández è il primo difensore del Milan a segnare una doppietta in Serie A da Alessandro Nesta nell'ottobre 2009 contro il Chievo.
Negli ultimi 15 anni (dal 2004/05) Hakan Calhanoglu é il quarto giocatore di Serie A a colpire 3 legni nello stesso match, dopo Immobile nel 2017 (vs Bologna), Salah nel 2016 (vs Bologna) e Arturo Di Napoli nel 2005 (vs la Samp)
Dopo essere rimasto a secco nelle prime 13 sfide contro il Milan in Serie A, Jasmin Kurtic ha trovato la rete nelle sue ultime due gare contro i rossoneri nella competizione.
Simone Iacoponi ha giocato oggi la sua 150ª partita con la maglia del Parma in tutte le competizioni.
Roberto Inglese ha giocato oggi la sua 50ª partita con la maglia del Parma in tutte le competizioni.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments