Milan, troppa paura e poca personalità: la squadra di Gattuso ha grandi limiti

I rossoneri hanno perso il derby con l'Inter rinunciando a giocarlo. Mancano tecnica e coraggio, anche fuori dal campo

  • A
  • A
  • A

Perdere un derby fa male. Perdere un derby al novantatreesimo fa molto male. Ma perdere un derby senza mai davvero provare a vincerlo è la cosa peggiore. L'1-0 firmato da Icardi al penultimo giro d'orologio non cambia la classifica del Milan, probabilmente nemmeno le ambizioni, ma sicuramente è un colpo devastante per gli entusiasmi rossoneri. Dentro e fuori dal campo, perché la critica maggiore mossa nei confronti di Gattuso e dei suoi ragazzi è stato proprio l'atteggiamento rinunciatario che in una partita particolare come il derby, dove spesso i valori in campo vengo livellati dalla voglia e dal carattere, è un autogol clamoroso.

Il 4-3-3 disegnato sulla carta da Gattuso contro la fisicità di Spalletti si è trasformato da subito nel più visibile 4-5-1, lasciando Higuain - il giocatore di livello assoluto in rosa - a vedersela da solo contro i giganti nerazzurri e mettendo in mostra tutti i limiti tecnici di una rosa che a settimane alterne viene sopravvalutata o massacrata. Semplicemente è una squadra, almeno per quanto visto finora, con mezzi tecnici medio-buoni e una personalità da metà classifica. Questo racconta il campo, questo dicono le dichiarazioni postpartita come quella di Biglia in spiegazione a un atteggiamento da "piccola" ma senza il mordente di chi lotta per qualcosa di importante: "Di fronte avevamo una grande squadra". Semplice, ma al tempo stesso gravissimo per una società che nelle dichiarazioni punta a rilanciarsi a livello europeo.

Serve tempo ovviamente, ma i passi indietro della squadra rossonera sono preoccupanti proprio dal punto di vista della personalità. Una squadra capace di giocare bene - dicono - contro avversari più modesti e puntare sul palleggio, incapace di giocare a viso aperto e sfruttare almeno le ripartenze con qualche passaggio di fila sottopressione. Colpa di Gattuso o giocatori senza personalità? La domanda da un milione di dollari, ma la risposta - qualunque sia - è preoccupante. Perché perdere il derby fa male, malissimo. Ma perderlo rinunciando a giocare e puntando allo 0-0 senza riuscirci è la cosa peggiore e probabilmente l'ultima che uno si aspetterebbe da una squadra di Gattuso.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments