MILAN

Milan, Rebic prova il miracolo derby: ma in casa rossonera c’è pessimismo

Nuovo controllo al gomito dopo la lussazione rimediata col Crotone, se non ce la fa è sfida Diaz-Leao

  • A
  • A
  • A

Il Milan che non vince un derby di campionato dal 31 gennaio 2016 (decisivo il gol di Alex, in panchina c’era Mihajlovic), si avvicina alla stracittadina in programma sabato alle 18 reduce da 19 risultati utili consecutivi, da primo in classifica, ma con il grande dubbio che riguarda Ante Rebic. L’attaccante croato, vittima di una lussazione al gomito rimediata a Crotone, tra oggi e domani si sottoporrà alla visita di controllo che sarà decisiva, ma in casa rossonera filtra un certo pessimismo e Stefano Pioli studia già le alternative.

Il tecnico rossonero sorride per i recuperi di Zlatan Ibrahimovic e Alessio Romagnoli, ma dovrà ancora fare i conti con una difesa ridotta numericamente al lumicino e con la probabile assenza di Rebic, elemento imprescindibile per gli schemi dei rossoneri. Il croato vuole esserci e proverà a stringere i denti, ma certamente non verranno affrettati i tempi per non rischiare di perderlo per i tanti impegni che si avvicinano.

In attesa dell’esito della visita specialistica del croato, Pioli valuta le alternative per affrontare l’Inter: in prima fila sembra esserci Leao, che è reduce da una doppietta contro lo Spezia ma non assicura la stessa copertura difensiva e questo potrebbe essere decisivo visto che dalla sua parte agirà la temutissima freccia Hakimi. L’altro nome caldo è quello di Brahim Diaz, che ha avuto un ottimo impatto con la maglia rossonera, è reduce da due gol segnati con l’Under 21 spagnola, e potrebbe essere l’uomo in grado di mettere in difficoltà la difesa nerazzurra con velocità e imprevedibilità. Più remota la possibilità di spostare Calhanoglu a sinistra, il turco agirà da trequartista, mentre a destra Saelemaekers è nettamente in vantaggio su Castillejo, che ha avuto un inizio di stagione difficile. Il Milan farà di tutto per avere Rebic a disposizione a San Siro, ma le possibilità per sostituirlo non mancano.

Vedi anche La fluidità del Milan, le giocate in velocità dell'Inter: le chiavi tattiche del derby Serie A La fluidità del Milan, le giocate in velocità dell'Inter: le chiavi tattiche del derby

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments