QUI MILAN

Milan, Maldini sul caso Donnarumma-ultras: "Nessuno al di fuori del club può decidere chi gioca e chi rinnova"

Il dt interviene dopo il confronto tra Gigio e i tifosi rossoneri: "Alla squadra serve serenità, tutte le trattative per i rinnovi congelate fino a fine stagione"

  • A
  • A
  • A

Paolo Maldini interviene in prima persona all'indomani del chiacchierato confronto tra Gianluigi Donnarumma e una delegazione di ultras rossoneri: "È importante ribadire con fermezza che nessuno al di fuori del Milan può decidere chi gioca e chi rinnova - ha detto all'Ansa il direttore dell'area tecnica del Milan -. Certe scelte competono all’allenatore per quanto riguarda il campo e al Club per le questioni contrattuali".

Getty Images

"I tifosi del Milan, fino ad oggi esemplari nel sostenere la squadra, devono capire che in questo momento i giocatori hanno bisogno di serenità e concentrazione per affrontare le prossime gare che saranno decisive - prosegue l'ex capitano -. Quello che è accaduto sabato mattina con Donnarumma non aiuta. Ribadisco l’assoluta professionalità di tutti i nostri giocatori, anche di quelli in scadenza, che non hanno mai fatto mancare dedizione alla causa e impegno. Da questo momento, ogni singola trattativa per i rinnovi viene congelata fino alla fine della stagione, per permettere alla squadra di concentrarsi unicamente sul campionato. Nel frattempo, continueremo a tutelare i nostri calciatori come abbiamo sempre fatto".

Vedi anche Donnarumma agli ultras: "Voglio restare" e poi scoppia a piangere Milan Donnarumma agli ultras: "Voglio restare" e poi scoppia a piangere

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments