L'ANALISI

Milan, ko e rabbia: Pioli ha tre settimane per non perdere il treno scudetto

Ancora la maledizione Spezia per i rossoneri, che ora contro Juventus e Inter si giocano la stagione

  • A
  • A
  • A

L’effetto Serra si abbatte sul Milan e può essere determinante per la corsa al tricolore. Dopo il ko dell’anno scorso, decisivo per il sorpasso scudetto dell’Inter, i rossoneri perdono ancora contro lo Spezia e sciupano l’occasione di sorpassare i cugini in testa alla classifica al termine di una partita piena di occasioni e di rimpianti, in cui il Diavolo ha staccato la spina per una ventina di minuti nella ripresa, ma su cui pesa come un macigno l’errore dell’arbitro Serra, che alla vigilia delle sfide contro Juventus e Inter rischia di essere decisivo per il campionato dei rossoneri.

“Dispiace per la persona, ha chiesto subito scusa e si è messo le mani in testa perché si è accorto subito di aver sbagliato” ha detto dopo la partita di San Siro Stefano Pioli, che ha sottolineato però anche la mancanza di lucidità della sua squadra in diverse occasioni (“Abbiamo le nostre colpe”).

“Una serata storta” in estrema sintesi il pensiero del tecnico (ci si è messo anche l’errore dal dischetto di Theo, l’ottavo dall’inizio della scorsa stagione in Serie A per i rossoneri, più di ogni altra squadra), che però nonostante il risultato esce da questa sfida con la consapevolezza di avere una squadra in salute, che al netto delle assenze ha creato tanto (25 tiri verso la porta, una traversa e Provedel in stato di grazia) e fatto di tutto per vincere la partita.

“Ora dobbiamo immediatamente rialzarci" ha detto ancora Pioli, che sa bene di giocarsi una bella fetta di stagione nelle prossime tre settimane. Il tecnico dovrà essere bravo a far sbollire la rabbia e a lavorare sodo perché a cavallo della sosta i rossoneri affrontano la Juve, che viene da otto risultati utili consecutivi e ha riagganciato il treno Champions, e poi l’Inter in un derby a questo punto da vincere a tutti i costi per continuare a sognare lo scudetto.

Per le sfide contro bianconeri e nerazzurri il tecnico ritroverà Romagnoli, che si è negativizzato e prenderà il posto di Kalulu (colpevole su entrambi i gol dello Spezia) al centro della difesa, Sandro Tonali, la cui assenza si è sentita molto, e forse anche Tomori, del cui infortunio Massara ha detto che “non è così grave”, ma soprattutto spera di ritrovare il cinismo sotto porta e l’equilibrio difensivo che sono mancati contro la squadra di Thiago Motta. L’emergenza infortuni sembra quasi finita a Milanello, Juventus e Inter diranno se il Diavolo saprà rialzarsi.

Vedi anche Milan, Pioli: "Subito un torto e persa lucidità" Milan Milan, Pioli: "Subito un torto e persa lucidità"

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti