POST BERGAMO

Milan, è bufera dopo l'umiliazione di Bergamo: Maldini e Boban più fragili

Secondo il Corriere della Sera le frasi del croato avrebbero irritato Elliott, che si interroga sul dt

  • A
  • A
  • A

Erano oltre 20 anni che il Milan non perdeva una partita con cinque gol di scarto (l'ultima volta nel 1998 contro la Roma) e il senso pieno dell'umiliazione subita dai rossoneri per mano dell'Atalanta sta tutto nel pianto disperato di Gigio Donnarumma dopo il triplice fischio. Tutti colpevoli per la débacle di Bergamo, nessuno escluso, ma Pioli non rischia la panchina, mentre sembra molto più fragile la posizione di Maldini e Boban.

Stando a quanto riporta il Corriere della Sera, infatti, la disfatta di Bergamo ha scoperchiato il proverbiale vaso di Pandora in casa rossonera, dove sarebbe in atto un vero e proprio tutti contro tutti. 

"Sul mercato cercheremo di fare del nostro meglio rispetto a quello che ci permetteranno di fare" ha detto Boban nel dopo partita e questa frase avrebbe fatto decisamente arrabbiare la proprietà, che ritiene che i 160 milioni investiti solo nel 2019 non siano pochi, ma siano stati spesi male. La dirigenza è tutta sotto accusa, ma in particolare lo è Paolo Maldini, a cui viene imputata la responsabilità di aver costruito una squadra con il quarto monte ingaggi della Serie A che alla fine del girone di andata è undicesima in classifica con la metà dei punti dell'Inter. Una responsabilità pesante, tanto che stando al Corriere diverse persone in presidenza vorrebbero le dimissioni dell'ex capitano.

Vedi anche Milan, Boban: "Imbarazzanti! Ko tremendo, terribile perdere così" Milan Milan, Boban: "Imbarazzanti! Ko tremendo, terribile perdere così" La posizione di Maldini è quindi sempre più debole, come lo è quella di Boban, e allora l'unica speranza per i tifosi rossoneri sembra essere l'imminente mercato di gennaio, che però porta con sé diversi interrogativi. E non riguardano la risposta di Ibra che i milanisti aspettano ormai da un mese. Come può questo Milan attrarre giocatori di primo livello in grado di ribaltare le sorti di una stagione maledetta? Più la squadra perde, più perde valore, più perde appeal e allora come farà questo Milan a trattenere i talenti che ha in rosa? Il contratto di Donnarumma scade tra un anno e mezzo, Paquetà sta volando verso Parigi e cosa succederà quando qualcuno farà un'offerta per Theo Hernandez?

Non sarà di certo un sereno e felice Natale in casa Milan. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments