Berlusconi: "Milan, cambia modulo"

"Jack non è troppo inferiore a Kakà"

  • A
  • A
  • A

"Faccio i miei migliori auguri a Rino Gattuso, ma ho visto il Milan ultimamente e con il modulo ad una sola punta non si va da nessuna parte". Lo ha detto Silvio Berlusconi, ex presidente del Milan, in un'intervista esclusiva a Premium Sport. "L'ideale sarebbe giocare con due punte e Bonaventura alle spalle". "Suso e Bonaventura, che non è troppo inferiore a Kakà, sono i nostri due fuoriclasse assieme a Donnarumma".

Il periodo nero del Milan sta colpendo particolarmente Silvio Berlusconi: "Sento un forte dolore, soffro al punto che a volte non riesco a vedere la partita fino alla fine, mi fa male vedere il Milan giocare in un certo modo". La disamina dell'ex presidente rossonero è innanzitutto tecnica: "Non sono d'accordo sull'arrivo di alcuni giocatori, ma soprattutto non mi piace il modulo. Bisogna tornare a quello che tanto ci ha fatto vincere in passato: servono le due punte, una delle quali sia Suso, con Bonaventura trequartista che possa anche arrivare al tiro. Jack non è di molto inferiore a Kakà. A Gattuso faccio in bocca al lupo".

E proprio Kakà potrebbe tornare al Milan, come dirigente: "Mi piacerebbe, ma mi piacerebbero anche altre cose, come vedere al Milan certi giocatori".

La partenza di Montella sembra aver comunque trovato l'approvazione di Berlusconi: "Abbiamo tre fuoriclasse: Donnarumma, Suso e Bonaventura. Gli ultimi due sono sempre relegati sugli esterni,  dopo due dribbling si trovavano sul fondo a crossare ma per una punta sempre sovrastata dai difensori, come capitava con Bacca e Lapadula. Questo atteggiamento ci ha portato alcune volte a non fare un tiro in porta in una frazione di gioco".

Berlusconi continua con i consigli tattici, che sono sempre ispirati dai grandi allenatori del passato: "Con Sacchi le nostre ali erano i terzini. E su questo punto sono d'accordo anche Ancelotti e Capello. Spero che questo consiglio venga preso in considerazione, è così che sono diventato il presidente più vincente della storia".


Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments