L'INTERVISTA

La verità di Rangnick: "Il Milan? Non sarebbe stato saggio"

L'ex Red Bull: "La squadra dopo il lockdown ha fatto molto bene: perché avrebbero dovuto cambiare?"

  • A
  • A
  • A

E in fondo a una lunga Primavera-Estate di chiacchiere, interpretazioni e retroscena, ecco la verità: Ralf Rangnick esce allo scoperto e, intervistato da Süddeutsche Zeitung, spiega nel modo più banale, e logico, il motivo, l'unico, per cui ha deciso di non accettare la corte del Milan. Poche parole, ma chiarissime: andava tutto bene, perché avrebbero dovuto cambiare? Semplice, semplice, altro che clausole da cui liberarsi - poi smentite dai fatti, ha lasciato Red Bull senza alcun problema, ndr - o buonuscite da concordare. La decisione è stata semplicemente frutto della saggezza.

Le parole di Rangnick, eccole: "​Il Milan da quando è ripreso il campionato ha fatto molto bene, con nove vittorie e tre pareggi, non sarebbe stato saggio andarci".

E ancora: "Non importa da quale prospettiva si guardi tutto questo, se dalla mia o da quella del club, non sarebbe stato saggio. Se mi mettessi nei panni dei milanisti - dice l'ex Lipsia -, che si tratti di allenatori, direttori sportivi, giocatori o tifosi difficilmente avrei capito perché il Milan avrebbe voluto cambiare tutto dopo periodo così positivo".

Il che, molto banalmente, è un attestato di stima grande così per Stefano Pioli e il lavoro svolto in questi mesi dal tecnico. Evidentemente, dunque, al netto della decisione della società Milan di proseguire con l'attuale allenatore e di premiarne i risultati, Rangnick ha capito che sarebbe stato sbagliato rivoluzionare una impostazione tattica che stava funzionando e che avrebbe dovuto forse snaturarsi, cambiare il suo modo di pensare il calcio, per dare continuità a una squadra in chiara crescita. Di qui la scelta di passare la mano e rinviare magari a un domani una eventuale avventura in rossonero.

Vedi anche Una conferma che parte da lontano: Pioli, la rivincita dell'uomo normale Milan Una conferma che parte da lontano: Pioli, la rivincita dell'uomo normale

Vedi anche Milan: Pioli rinnova per altri due anni, confermati anche Maldini e Massara Milan Milan: Pioli rinnova per altri due anni, confermati anche Maldini e Massara

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments