Balotelli sfida Equitalia: non vuol pagare le multe per eccesso di velocità

Mario si rivolge a un giudice civile: le notifiche delle sanzioni sarebbero state consegnate a un collaboratore domestico

  • A
  • A
  • A

Balotelli e le regole non vanno molto d'accordo. Soprattutto quando si tratta di codice della strada. Dopo il ritiro della patente per eccesso di velocità a Brescia a settembre, SuperMario ha infatti deciso di presentare ricordo a Equitalia per tre multe prese a Como durante gli anni al City e nel primo periodo in rossonero. Nel dettaglio, l'attaccante contesta un difetto di notifica alle sanzioni, consegnate a un suo domestico.

Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, contro la cartella esattoriale di 672 euro l'attaccante rossonero si era già opposto di fronte al Giudice di Pace di Como, ma la sua posizione era stata respinta e quindi ora si è rivosto a un giudice civile. Mario non avrebbe alcuna intenzione di pagare a causa di un difetto di forma. Le notifiche delle sanzioni, infatti, non sarebbero avvenuto come previsto dalla normativa (in presenza del diretto interessato o di un suo familiare), ma solo davanti a un suo collaboratore domestico. Per Balotelli non è certo un gran periodo. Oltre alla pubalgia a complicare le cose ci sono anche le grane al volante. 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti