Serie A: Juve-Milan 2-1, decide un rigore di Dybala al 97'

Un contestato penalty della Joya (mano di De Sciglio) affossa i rossoneri tenuti a galla da uno straordinario Donnarumma

di ANDREA GHISLANDI

Nel primo anticipo della 28a giornata di Serie A, la Juve batte 2-1 il Milan grazie a un contestato calcio di rigore di Dybala al 97' e si porta a +11 sulla Roma seconda. La squadra di Allegri domina il primo tempo e passa con il primo gol a Torino di Benatia alla mezzora. I rossoneri, però, pareggiano al primo tiro in porta con Bacca (43'). Nella ripresa Donnarumma para tutto, prima dell'epilogo finale. Rosso a Sosa.

ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

Lapresse

Foto 2

Lapresse

Foto 3

Lapresse

Foto 4

Lapresse

Foto 5

Lapresse

Foto 6

Lapresse

Foto 7

Lapresse

Foto 8

Lapresse

Foto 9

Lapresse

Foto 10

Lapresse

Foto 11

Lapresse

Foto 12

Lapresse

Foto 13

Lapresse

Foto 14

Lapresse

Foto 15

Lapresse

Foto 16

Lapresse

Foto 17

Lapresse

Foto 18

Lapresse

Foto 19

Lapresse

Foto 20

Lapresse

Foto 21

Lapresse

Foto 22

Lapresse

Foto 23

Lapresse

Foto 24

Lapresse

Foto 25

Lapresse

Foto 26

Lapresse

Foto 27

Lapresse

Foto 28

Lapresse

Foto 29

Lapresse

Foto 30

Lapresse

Foto 31

Lapresse

Foto 32

Lapresse

Foto 33
Foto 34
Foto 35
Foto 36

LA PARTITA

Un rigore contestato al 97' regala alla Juve una vittoria comunque meritata contro un Milan che ha resistito con tutte le proprie forze ed è caduto nel modo più amaro, all'ultimo assalto dei bianconeri e per una decisione davvero difficile da prendere. Una gara comunque giocata bene, soprattutto dai padroni di casa che hanno creato tantissime occasioni, ma passerà alla storia per l'episodio finale, quando De Sciglio intercetta con il braccio un cross di Lichtsteiner. Azione davvero al limite, che scatena le proteste veementi dei rossoneri. Come a Doha lo scorso 23 dicembre, finale di Supercoppa, si ritrovano di fronte Dybala e Donnarumma: questa volta alla Joya non trema il piede e fa secco il portiere rossonero, di gran lunga il migliore in campo per le tante parate che hanno tenuto in vita i rossoneri. Lo Stadium si conferma fortino inespugnabile e ora sono 31 le vittorie di fila. Beffa atroce per i rossoneri, vittoria che sa di scudetto per la banda Allegri: i punti sulla Roma sono ora 11 e domenica sera male che vada saranno sempre 8. Con 10 giornate da giocare un bottino davvero importante. La squadra di Montella rimane a mani vuote e rischia di vedersi allontanare la zona Europa. Rispetto alle precedenti sfide con i bianconeri, però, dal punto di vista del gioco c'è stato un passo indietro, visto che Bacca e compagni sono stati a lungo in balia dei padroni di casa.

Allegri non rinuncia al 4-2-3-1, anche se a pochi minuti dal via deve fare a meno di Mandzukic fermato da colica intestinale. Con Dani Alves e Dybala, il terzetto dientro a Higuain è completato da Pjaca. Montella, invece, non recupera Suso: al suo posto Ocampos, con Pasalic preferito a Kucka come interno di centrocampo. Romagnoli schierato terzino sinistro. Il Milan prova a partire forte, ma è un fuoco di paglia e con il passare dei minuti la Juve diventa padrona del campo. Serata di straordinari per Donnarumma che al 4' dice no a Pjaca poi Zapata è provvidenziale sul tiro di Khedira deviato sopra la traversa. All'8' la Juve reclama giustamente un calcio di rigore per uno sgambetto di Zapata ai danni di Dybala: Massa fa proseguire e Pjaca calcia fuori. Poi è la stessa Joya che ci prova, ma Gigio è attento. La gara la fa la Juve, con i rossoneri che non riescono a ripartire e con Bacca che non viene mai servito. Al 24' si vede anche Higuain: conclusione dal limite con Donnarumma che si distende in tuffo e respinge. L'ennesimo campanello d'allarme per la retroguardia rossonera è il preludio al gol di Benatia: il marocchino anticipa secco Bacca e si getta in avanti, dettando il passaggio a Dani Alves: tenuto in gioco da Romagnoli, l'ex Bayern stoppa di petto e realizza il primo gol con la maglia bianconera. Il gol subito non riesce a scuotere la squadra di Montella, che rischia di capitolare ancora su un tiro di Khedira che da buona posizione termina a lato. Pur con i suoi limiti, però, la squadra di Montella non smette mai di crederci a al primo tiro in porta pareggia: Deulofeu serve Bacca (in leggero fuorigioco), il colombiano è freddo è supera Buffon in uscita. Sono solo 7 i palloni toccati dal colombiano, micidiale in area di rigore, mentre il tabellino della prima frazione recita 11 conclusioni a 1 per la squadra di Allegri che ha subito un pareggio davvero beffardo.

Anche nella ripresa la Juve parte fortissimo, ma Donnarumma dimostra a Buffon di meritare di essere il suo erede con una serie di parate eccezionali su Pjanic (due volte), Khedira (due volte) e Higuain. Para tutto il parabile il 18enne fenomeno rossonero, graziato in diverse occasioni dagli errori di mira di Pjaca (soprattutto) e Higuain. La gara per il Milan si fa ancora più in salita quando perde Bacca per infortunio al 10': Montella si copre e mette Kucka, spostando Deulofeu come falso nove. Con la velocità dello spagnolo, il Diavolo crea qualche grattacapo a una Juve sbilanciatissima in avanti. Si arriva al finale convulso: Massa assegna 4' di recupero, ma Sosa si fa espellere ed esce dal campo lentamente. Recupero che si allunga e al minuto 94'18" il rigore contestato che decide il match. Cinque anni dopo, Muntari è il passato: ora si apre un nuovo tormentone che chissà quando avrà fine.

LE PAGELLE

Dybala 7,5 - Grande prestazione e nervi saldi sul rigore all'ultimo secondo.
Khedira 7 - E' l'uomo ovunque del centrocampo bianconero: sfiora anche il gol in tre occasioni.
Pjaca 5 - Qualche buono spunto, ma sbaglia davvero tanto nelle conclusioni.

Donnarumma 8 - Compie 9 parate, alcune davvero difficilissime. Se il Milan quasi compie l'impresa è tutto merito suo.
Deulofeu 7 - Perfetto l'assist per Bacca, è il migliore dei suoi là davanti.
Zapata 5 - Fa fallo da rigore su Dybala nel primo tempo, soffre per tutta la gara.

IL TABELLINO

JUVENTUS-MILAN 2-1
Juventus (4-2-3-1): Buffon 6; Barzagli 5 (1' st Lichtsteiner 6,5), Benatia 6,5 (33' st Rugani sv), Bonucci 6, Asamoah 5,5; Khedira 7, Pjanic 6,5; Dani Alves 6, Dybala 7,5, Pjaca 5 (44' st Kean sv); Higuain 6. A disp.: Neto, Audero, Alex Sandro, Marchisio, Lemina, Rincon. All.: Allegri 7
Milan (4-3-3): Donnarumma 8; De Sciglio 5,5, Zapata 5, Paletta 6, Romagnoli 5,5; Pasalic 6 (26' st Poli 6), Sosa 5,5, Bertolacci 6; Deulofeu 7, Bacca 6,5 (10' st Kucka 6), Ocampos 5,5 (45' st Vangioni sv). A disp.: Storari, Plizzari, Calabria, G. Gomez, Antonelli, Mati Fernandez, Suso, Lapadula. All.: Montella 6
Arbitro: Massa
Marcatori: 30' Benatia (J), 43' Bacca (M), 52' st rig. Dybala (J)
Ammoniti: Pasalic (M), Benatia (J), Deulofeu (M), Ocampos (M), Romagnoli (M), Pjanic (J), Khedira (J), Sosa (M)
Espulsi: Al 48' st Sosa (M) per doppia ammonizione

TAGS:
Juventus
Milan
Serie a
28a giornata
Benatia
Bacca

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X