Attesa, contestazione e giudizio a Madrid: a Ronaldo 18,8 mln di multa, ma niente carcere

Il fuoriclasse portoghese ha patteggiato la pena per evasione fiscale

  • A
  • A
  • A

Sorridente, tranquillo, per mano alla sua Georgina: ecco come Cristiano Ronaldo (abito scuro e occhiali da sole) si è presentato questa mattina in Tribunale a Madrid (poco dopo le 9.30) per l'udienza per il patteggiamento nel contenzioso per evasione fiscale con il Fisco Spagnolo. Grandissima attesa, ovviamente, all'ingresso del Palazzo di Giustizia, con tanti curiosi, qualche contestatore e molti giornalisti ad aspettare CR7 che, a differenza di quanto richiesto dai suoi legali, non ha potuto entrare in aula da un ingresso "protetto".

L'attaccante della Juve
, che ieri sera ha giocato contro il Chievo e sbagliato un calcio di rigore, la scorsa estate aveva già patteggiato una multa milionaria con Hacienda (il ministero delle Finanze spagnolo): oggi ha definitivamente chiuso il suo contenzioso con la giustizia spagnola accettando la sanzione economica e carceraria stabilita dalla corte per i 4 delitti di carattere fiscale di cui era accusato.

In base a quanto appurato dal tribunale madrileno, Ronaldo ha avallato - negli anni della sua permanenza al Real - la creazione di due società scudo, una alle Isole Vergini Britanniche e l'altra in Irlanda, al solo scopo di evitare di pagare quanto dovuto al fisco. Da qui di conseguenza il dispositivo della sentenza odierna: 6 mesi di prigione e una multa di 567.247,85 euro per la dichiarazione del 2011, 6 mesi 15 giorni di prigione e una multa di 809.224,48 euro per la dichiarazione del 2012, 6 mesi e 15 giorni di prigione e una multa di 1.598.094,84 euro per la dichiarazione del 2013, 5 mesi di prigione e una multa di 227.391,81 euro per la dichiarazione del 2014.

La conversione in multa dei giorni di carcere è stata così quantificata: 250 euro al giorno per 48 mesi, 365.000 euro. Il totale è di 3.566.958, 98 euro. Il 13 luglio scorso Ronaldo aveva già versato 5.698.411,70 euro come sanzione per la quantità evasa più 1.090.632,42 d'interessi. In totale, tra cifra evasa, sanzioni economiche e sentenza finale Cristiano Ronaldo pagherà 18,8 milioni di euro. All'uscita dal Tribunale, lo juventino si è mostrato comunque tranquillo e sereno. Ai cronisti presenti ha semplicemente ribadito che "è tutto perfetto"

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments