Juve, Allegri: "Match gestito male"

Il tecnico: "Non meritavamo di perdere. Abbiamo creato molto, ma siamo stati imprecisi e sfortunati"

  • A
  • A
  • A

Sconfitta amara per Allegri nel derby. "E' stata una delle migliori dell'ultimo periodo - ha spiegato -. Abbiamo creato moltissimo, ma siamo stati un po' imprecisi e sfortunati". "Non meritavamo di perdere - ha proseguito -. Il turnover non è una motivazione valida per giustificare la sconfitta, bisognava gestire meglio il vantaggio". Poi sugli incidenti prima del match: "In Italia siamo molto indietro, servono decisioni forti".

Il gioco espresso dalla squadra è piaciuto ad Allegri: "Abbiamo fatto una bella partita, dispiace non aver portato a casa un risultato positivo perché credo che la squadra lo meritasse. A volte nel calcio si gioca bene e non si portano a casa punti, anche se paradossalmente oggi ne abbiamo guadagnati due sulla Lazio". Quello che non è piaciuto invece al tecnico bianconero è l'atteggiamento dopo il vantaggio: "In occasione del secondo gol non avremmo dovuto permettere ai giocatori del Torino di attaccarci in una situazione di superiorità numerica in due contro uno".

In particolare, a Max non è andato giù il gol del pari granata: "Bisogna sapere leggere la partita e gestire il risultato: ad esempio abbiamo giocato con troppa foga sul finale del primo tempo quando invece avremmo dovuto avere più pazienza lasciando meno spazi agli avversari". "Ci sono momenti della partita, specie quando giochi ogni tre giorni, in cui bisogna gestirsi e tenere più la palla - ha proseguito -. Sfido chiunque a giocare per 90' con tutti gli uomini nella metà campo avversaria".

Infine sugli episodi prima della gara che hanno segnato il match in negativo: "Questi incidenti andrebbero evitati. Oggi all'interno del campo è stata una bella partita. Leale, maschia con dei bei gesti tecnici. E questo dovrebbe essere importante per gli sportivi e i tifosi. In Italia purtroppo siamo molto indietro. E' necessario che chi ha il potere prenda delle decisioni forti. Ne va di tutto il Paese. Dobbiamo migliorare se vogliamo riportare la gente allo stadio con i bambini".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti