Pjanic: "7° scudetto straordinario"

Il bosniaco a Juve TV: "Penso che il campionato si deciderà alla fine"

  • A
  • A
  • A

Miralem Pjanic è il simbolo di questa Juve tornata al top. "Il campionato si deciderà alla fine - ha detto a Juve TV - Molto dipenderà da noi, ma abbiamo la forza e la determinazione di raggiungere il 7° scudetto di fila. Sarebbe straordinario. La Juve punta a vincere tutto". Mercoledì la Coppa Italia: "Vogliamo farla nostra". Sabato la Roma: "Proveremo a vincere". A febbraio il Tottenham: "Se vuoi arrivare fino in fondo devi vincere queste sfide".

Gran merito dei tre punti conquistati contro il Bologna sono merito suo, con la punizione che ha aperto il match e l'assist al bacio a Mandzukic che l'ha chiusa. "Una partita bella e importante per il nostro cammino. Siamo contenti per come abbiamo giocato nei 90 minuti e personalmente sono soddisfatto della mia prestazione e per i tre punti ottenuti - ha spiegato il bosniaco - La punizione? Non era semplice, perché la posizione era decentrata, ma c'era lo spazio per calciare, ho calibrato bene la forza e ho angolato bene. Poi ci vuole anche un po' di fortuna, naturalmente... Sono contento perché ha sbloccato il risultato e ha facilitato la nostra partita: stavamo dominando, ma ci mancava un po' di lucidità sotto porta. Il gol ci ha dato la forza di gestire meglio la gara. La sfida di punizioni con Dybala? Sta andando bene. Ci alleniamo per fare quanto mi è riuscito ieri: sbloccare le partite e aiutare la squadra a vincere. Dobbiamo ringraziare i portieri che rimangono con noi anche a fine allenamento. È grazie a loro se possiamo allenarci bene".

Per la sesta volta di fila la squadra non ha preso gol:
Allegri ha ritrovato il suo punto di forza da cui ha costruito tutti i recenti successi. "E' quello che ci mancava a inizio anno. Eravamo un po' troppo “leggeri”. Ora invece siamo in un buon momento, abbiamo la giusta cattiveria e anche contro avversari quotati come Barcellona, Napoli e Inter abbiamo concesso poco, dimostrando che la squadra c'è, è presente e ha una buona condizione atletica, tattica e tecnica".

Il campionato è equilibrato come non lo è mai stato negli ultimi anni. "Penso che il campionato si deciderà alla fine. Ci sono tante squadre candidate alla vittoria. Noi stiamo tenendo una buona media, abbiamo tanto potenziale e possiamo ancora migliorare. Molto dipenderà da noi, ma abbiamo la forza, la volontà e la determinazione di raggiungere il settimo scudetto di fila. Sarebbe straordinario, viste la competitività delle avversarie".

Sabato c'è la super-sfida contro la Roma, il passato di Miralem. "Conosco bene la Roma, è una squadra importante e ha tanta qualità. Se ne parla poco, ma è una squadra che sa quello che vuole e sta facendo un ottimo campionato. Giocheremo in casa nostra però il pubblico come sempre sarà importantissimo e proveremo a vincere".

Coppa Italia e Champions League gli altri due tornei da vincere. Mercoledì a Torino arriva il Genoa ("è un obiettivo e vogliamo farla nostra. Il mister ce l'ha ripetuto anche oggi: la Juve punta a vincere tutto. Mercoledì non sarà una partita semplice, ma da vincere assolutamente), mentre in Europa si riprende a febbraio contro il Tottenham. E' una squadra solida, fisica, lo abbiamo visto anche quest'estate in amichevole. Negli ultimi anni sta facendo bene, è cresciuta e ha un allenatore molto bravo, ma vogliamo passare noi. Se vuoi arrivare fino in fondo devi vincere queste sfide. Sarà importante essere tutti a disposizione". Cannibale Pjanic è pronto ad azzannare tutte le rivali.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments